In questi giorni il Ministero dell’Interno ha inviato ad alcuni cittadini una lettera invitandoli a recarsi presso gli uffici comunali perché la Carta d’identità elettronica in loro possesso risulta difettosa, affinché si provveda a revocarla ed emetterne una nuova senza ulteriori oneri per l’utente.

 

Risulta che il difetto sia per le sole carte emesse fino al 28 FEBBRAIO 2018 valide per l’espatrio.

 

Al fine di evitare al cittadino lunghe attese o inutili viaggi presso lo sportello Punto Amico del Comune che gestisce il rilascio delle Carte si invitano tutti coloro che riceveranno la lettera a seguire le seguenti istruzioni

 

Prima di tutto verificare sul sito http://www.cartaidentita.interno.gov.it/verifica-cie/ se effettivamente la carta risulta difettosa

 

il difetto consiste in un errore nella data di emissione contenuta nel chip diversa da quella stampata sul documento.

Questo, come ribadito dalla circolare NON INCIDE SULLA CARTA QUALE DOCUMENTO D’IDENTITA’ FISICA E DIGITALE, MA POTREBBE GENERARE PROBLEMI SOLO IN CASO DI UTILIZZO PER L’ESPATRIO

 

Solo qualora il cittadino debba recarsi in tempi brevi all’Estero esiste l’urgenza di ottenere un nuovo documento.

Si rammenta che anche per questi nuovi documenti la procedura sarà la stessa, occorreranno quindi sei giorni lavorativi dall’invio della richiesta al Ministero affinchè la carta venga recapitata a casa.

 

Si raccomanda quindi che, se il cittadino non deve recarsi all’Estero, e quindi non ha l’urgenza di avere un nuovo documento per l’espatrio, onde evitare lunghe attese allo Sportello prenoti un nuovo appuntamento secondo le disponibilità fornite dall’agenda consultabile dal seguente link: https://www.timify.com/it-it/profile/comune-di-san-giovanni-valdarno/

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2017/12/cie.jpghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2017/12/cie-150x150.jpgcomunesgvNovitàcarta d'identitàIn questi giorni il Ministero dell’Interno ha inviato ad alcuni cittadini una lettera invitandoli a recarsi presso gli uffici comunali perché la Carta d’identità elettronica in loro possesso risulta difettosa, affinché si provveda a revocarla ed emetterne una nuova senza ulteriori oneri per l’utente.   Risulta che il difetto sia per...sito ufficiale