La circolare n. 9 Ministero dell’Interno del 16/07/2019 conferma la possibilità dell’utilizzo della ricevuta della CIE (carta d’identità elettronica) come documento di riconoscimento in quanto la stessa reca le caratteristiche formali previste dall’art. 35, comma2, del DPR 28 dicembrte 2000, n. 445.

Dal 3 marzo scorso, nella prima pagina della ricevuta della CIE è stato riportato un codice a barre bidimensionale QR Code, alla destra della foto del titolare che consente di verificare sia l’autenticità della ricevuta esibita che l’esistenza di una CIE in fase di produzione o di consegna, associata al richiedente e contrassegnata dallo stesso numero riportato sulla ricevuta. La ricevuta sopperisce a quei casi di “reale e documentata urgenza” (motivi di salute, partecipazione a concorsi o gare pubbliche) già previsti nella circolare della Direzione centrale del Ministero dell’interno n. 8/2017.

Leggi la Circolare del Ministero degli interni – la Circolare della Prefettura di Arezzo

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2017/12/cie.jpghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2017/12/cie-150x150.jpgcomunesgvNovitàcarta d'identitàLa circolare n. 9 Ministero dell’Interno del 16/07/2019 conferma la possibilità dell’utilizzo della ricevuta della CIE (carta d’identità elettronica) come documento di riconoscimento in quanto la stessa reca le caratteristiche formali previste dall’art. 35, comma2, del DPR 28 dicembrte 2000, n. 445. Dal 3 marzo scorso, nella prima pagina della...sito ufficiale