Piazza Masaccio si trasforma in palcoscenico con gli appuntamenti della Fondazione Toscana Spettacolo. Domenica in scena “Moby Dick” di Francesco Niccolini

Quattro eventi teatrali di alto livello che, per la prima volta, impreziosiranno il già ricco e variegato cartellone dell’estate sangiovannese. E il 18 luglio, alle 21,15 in piazza Masaccio, ritorna a San Giovanni Valdarno il celebre drammaturgo e autore teatrale Francesco Niccolini, per tanti anni alla guida del festival Europlà che, insieme a Luigi D’Elia, propone il capolavoro di Hermann Melville

Il teatro torna in piazza a San Giovanni Valdarno grazie agli appuntamenti curati dalla Fondazione Toscana Spettacolo onlus. Dopo la sofferta rinuncia dello scorso anno, a causa delle normative anti Covid, arriva il “Teatro estate Sgv” che impreziosirà il calendario di eventi per l’Estate sangiovannese già ricco e variegato. Palcoscenico d’eccezione sarà la maestosa piazza Masaccio dove saranno messi in scena quattro spettacoli teatrali di alto livello sempre con inizio alle 21,15 per una stagione all’insegna dell’arte e dell’intrattenimento di qualità.

Spettacolo d’apertura sarà domenica 18 luglio quando andrà in scena “Moby Dick” di Francesco Niccolini. Per il drammaturgo aretino, anche autore e adattatore teatrale sarà un atteso ritorno a San Giovanni Valdarno dove, per tanti anni, ha diretto il festival Europlà. Per lo spettacolo di domenica Francesco Niccolini, insieme a Luigi D’Elia, propone il capolavoro di Hermann Melville, mostrandoci come il capitano Achab non può far altro che correre verso il proprio destino, in quanto l’uomo in realtà è insignificante e impotente di fronte alla natura. Le musiche originali sono di Giorgio Albiani mentre la produzione è Arca Azzurra Produzioni/Inti

“Siamo davvero felici – spiega il direttore della Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Patrizia Coletta – di presentare questa stagione teatrale estiva che si aggiunge alla tradizionale collaborazione con il Comune di San Giovanni Valdarno per le attività invernali. Un cartellone con appuntamenti di grande rilievo: da Moby Dick, scritto da Francesco Niccolini e interpretato da Luigi D’Elia, a Paolo Rossi con ‘L’operaccia del pane o libertà’; dai ‘Black Blues Brothers’, che portano in scena uno spettacolo eclettico per pubblici di tutte le età, a Lella Costa, protagonista in ‘Intelletto d’amore’. Una proposta di qualità, in grado di rivolgersi a fasce di spettatori diversificate”.

Il cartellone degli eventi di Teatro Estate Sgv prosegue martedì 27 luglio con “L’operaccia del pane o libertà” di e con Paolo Rossi, autore e interprete di un teatro che incanta il pubblico e sta in ascolto, che vive delle sue reazioni e interazioni. Un teatro di emergenza che si riappropria del ruolo del contastorie per dare conforto agli spettatori e condurli in dimensioni “altre” dalle quali la realtà appare lucidamente. “L’operaccia del pane o libertà” mescola la figura del primo Arlecchino, quello che possedeva il biglietto di andata e ritorno per l’aldilà, a quella che fu poi una delle sue evoluzioni come intrattenitore popolare capace di spaziare dalle stalle al cabaret. In maniera ironica e profonda riflette sulla condizione e il ruolo degli artisti oggi, su come sia cambiato il modo di fare spettacolo, dai cortili ai teatri. Le musiche dal vivo sono affidate a “I virtuosi del Carso” mentre la produzione è a cura del Teatro Stabile di Bolzano.

Terzo appuntamento lunedì 2 agosto con “The Black Blues Brothers”, uno spettacolo acrobatico comico musicale scritto e diretto da Alexander Sunny con Bilal Musa Huka, Rashid Amini Kulembwa, Seif Mohamed Mlevi, Peter Mnyamosi Obunde e Sammy Mwendwa Wambua. Le coreografie sono opera di Electra Preisner e Ahara Bischoff mentre le scenografie sono affidate Siegfried Preisner e Loredana Nones, Studiobazart. Produzione Mosaico Errante. “The Black Blues Brothers” è un tributo acrobatico al leggendario film “The Blues Brothers” portato in scena da cinque acrobati kenioti il cui tour mondiale ha superato le 600 date e i 300mila spettatori, tra i quali Papa Francesco e il Principe Alberto di Monaco. In un elegante locale stile Cotton Club, seguendo le bizze di una capricciosa radio d’epoca che trasmette musica rhythm’n’blues, il barman e gli inservienti si trasformano in equilibristi, sbandieratori, saltatori e acrobati col fuoco, affascinando il pubblico con piramidi umane, limbo col fuoco, salti acrobatici con la corda e nei cerchi e molto altro accompagnati dalle travolgenti note della colonna sonora del film cult di John Landis.

Ultimo spettacolo domenica 8 agosto con protagonista Lella Costa. Andrà in scena “Intelletto d’amore. Dante e le donne” scritto da Gabriele Vacis e Lella Costa con la regia di Gabriele Vacis e produzione affidata a Mismaonda in collaborazione con la Radio Svizzera italiana. Il racconto sceglie alcune tra le donne di Dante e le fa parlare direttamente al pubblico, in modo confidenziale, da prospettive insolite. Naturalmente c’è Beatrice, ideale dell’amore puro del poeta, ma anche di tanta gente da settecento anni in qua. E poi c’è Francesca che finalmente ci spiegherà perché Dante l’ha mandata all’inferno insieme al suo Paolo. Ci sarà Taibe, la prostituta delle Malebolge, costretta ad annaspare nel letame per un motivo ben diverso da quella che è stata la sua professione. E Gemma Donati, la moglie del poeta, madre dei suoi figli, che spiegherà come si convive con l’ideale amoroso di tuo marito, se non sei tu.

“’Teatro Estate Sgv’, come abbiamo voluto denominare la proposta di spettacoli estivi – racconta l’assessore alla cultura di San Giovanni Valdarno Fabio Franchi – rappresenta una delle componenti qualificanti del cartellone dell’estate 2021 sangiovannese. Ad un pubblico privato del teatro per troppi mesi, a causa della pandemia, abbiamo voluto offrire una proposta autorevole e di indubbia qualità, come da tradizione delle stagioni teatrali sangiovannesi. Ricordo ancora con sgomento quel primo marzo 2020, quando si tenne ‘Roger’, lo spettacolo della stagione con Emilio Solfrizzi, in un’Italia già vedeva il covid-19 iniziare a diffondersi nel Paese. E il Covid fu tra gli argomenti trattati nell’incontro con l’attore, che si tenne nel pomeriggio in Palazzo d’Arnolfo, mentre ci giungevano le prime notizie di spettacoli annullati in tutta Italia. Neanche una settimana dopo arrivò il trauma del lockdown, e il brusco annullamento della stagione teatrale in corso. Affrontiamo adesso un periodo nuovo, di rinnovata speranza, anche grazie al procedere spedito delle vaccinazioni. E dopo un anno e mezzo di privazione degli spettacoli teatrali, non potevamo non offrire al nostro pubblico una stagione teatrale autorevole, con artisti di caratura nazionale. E lo facciamo proponendo, per la prima volta, una stagione teatrale estiva, con un numero di appuntamenti pari a quelli delle tradizionali stagione autunno-inverno degli ultimi anni. Uno sforzo anche organizzativo importante, complesso, e non di poco conto, che siamo riusciti a sostenere grazie alla preziosissima collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo, che colgo l’occasione per ringraziare di cuore. Il pubblico sangiovannese, del Valdarno, ma – perché no? – anche di tutta la Toscana potrà godere di spettacoli di alto livello, con un tributo anche nello spettacolo di Lella Costa a Dante Alighieri, di cui quest’anno si celebra il settecentesimo anniversario della morte. Grazie quindi a ‘Teatro Estate SGV’, il programma dell’estate sangiovannese 2021 si fa più ricco, più bello, più attrattivo. Come, d’altra parte, è e deve essere proprio di una città dalla spiccata vocazione culturale quale è San Giovanni Valdarno”.

Il costo del biglietto è di 12 euro intero e 10 per il ridotto (over 60, under 35 soci Coop, soci della Pro Loco di San Giovanni Valdarno, possessori della Carta dello spettatore di Fts).
Prevendita su www.ticketone.it, attraverso il circuito box office e tramite la Pro loco di San Giovanni Valdarno in piazza Cavour 3, dal lunedì al sabato dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15 alle 18. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il numero 055 9126268 o scrivere una mail a info@prolocosangiovannivaldarno.it

Teatro Estate Sgv

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2021/07/Moby-Dick-8-foto-Valentina-Morricone-1024x794.jpghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2021/07/Moby-Dick-8-foto-Valentina-Morricone-150x150.jpgUfficio StampaEventiestate sangiovannese,Fondazione Toscana Spettacolo,teatro estate sgvQuattro eventi teatrali di alto livello che, per la prima volta, impreziosiranno il già ricco e variegato cartellone dell’estate sangiovannese. E il 18 luglio, alle 21,15 in piazza Masaccio, ritorna a San Giovanni Valdarno il celebre drammaturgo e autore teatrale Francesco Niccolini, per tanti anni alla guida del festival...sito ufficiale

Articoli simili

Martedì 27 luglio Paolo Rossi a San Giovanni Valdarno

Martedì 27 luglio Paolo Rossi a San Giovanni Valdarno

Il programma dell’Estate Sangiovannese 2021

Il programma dell’Estate Sangiovannese 2021

INIZIATIVE SOSPESE: “Marzo per le Donne” un mese di eventi dedicato alla Giornata Internazionale della Donna

INIZIATIVE SOSPESE: “Marzo per le Donne” un mese di eventi dedicato alla Giornata Internazionale della Donna

Translate »