San Giovanni omaggia il Sommo Poeta

Quattro imperdibili appuntamenti nell’estate sangiovannese 2021 che si inseriscono nelle celebrazioni “Dante O Tosco”, istituite dalla Regione Toscana per il 700esimo anniversario della morte di Dante Alighieri. Venerdì il primo spettacolo.

Concerti, teatro, letture e spettacoli per l’estate di Dante a San Giovanni Valdarno. Nell’anno in cui cade il 700esimo anniversario dalla morte del Sommo Poeta, avvenuta a Ravenna, suo luogo d’esilio, nella notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321, la Regione Toscana ha deciso di organizzare una serie di iniziative per celebrare la sua figura e la sua “toscanità”. Tutti i territori sono coinvolti nella costruzione di un cartellone di eventi diffusi con la collaborazione di vari soggetti pubblici e privati.
E San Giovanni Valdarno non poteva mancare all’appello.

“Nel ricco e variegato programma dell’estate 2021 di San Giovanni Valdarno – commenta l’assessore alla cultura Fabio Franchi – non poteva mancare un doveroso e sentito omaggio al Sommo Poeta. Un omaggio che, nei prossimi mesi, continuerà con altre iniziative, ma che per l’estate abbiamo voluto celebrare con quattro appuntamenti consecutivi, a lui dedicati, che si dispiegano nell’arco di una decina di giorni. Quattro eventi di assoluta qualità che, tra musica e teatro, con le musiche di Liszt e l’interpretazione della “selva oscura” del Quartetto Chagall, con le voci di Giorgio Colangeli e Lella Costa, celebreranno Dante Alighieri e la Divina Commedia. Una rassegna, quindi, che si inserisce nel più ampio programma dell’estate sangiovannese (che già sta ricevendo apprezzamento dal pubblico, con spettacoli spesso in sold out) e lo rende ancora più autorevole: i quattro appuntamenti sono infatti tutti inseriti nelle celebrazioni organizzate dalla Regione Toscana per il Sommo Poeta. San Giovanni Valdarno si conferma, ancora una volta, centro di riferimento per la cultura e lo spettacolo dell’intero Valdarno”.

Si inizia venerdì 30 luglio alle 21,15. In piazza Cesare Battisti ci sarà lo spettacolo “Franz Litz: sinfonia Dante”, all’interno del Valdarno Piano Festival. Un concerto per due pianoforti e voce recitante, a cura dell’Accademia Musicale Valdarnese. Gli interpreti saranno Valentina Messa e Dario Bonucelli al pianoforte, insieme all’attore Ciro Gallorano. La Sinfonia Dante per 2 pianoforti è una trascrizione originale dell’omonima composizione orchestrale, fatta dallo stesso Liszt. Estremamente virtuosistica, riesce bene a ricreare le sonorità orchestrali. La versione pianistica lascia fuori l’originale parte del coro che si trova nell’ultimo movimento; tuttavia vengono conservate due linee vocali in modo che i pianisti le possano “cantare in testa” per rendere meglio il senso di profonda meditazione del Magnificat e l’esplosione di gioia nell’Alleluja finale.

Importante anche la presenza dell’attore Ciro Gallorano che curerà le letture di brani scelti dalla Divina Commedia.

Il 3 agosto, in piazza Cesare Battisti, anziché in piazza Masaccio come precedentemente comunicato, nell’ambito del Festival Orientoccidente si svolgerà lo spettacolo “E quindi uscimmo a riveder le stelle” con l’attore Giorgio Colangeli che recita i primi sei canti del purgatorioaccompagnato da Tommaso Cuneo alla chitarra e mandolino.
L’arte attoriale di Colangeli incontra l’immortale virtù letteraria di Dante. La severità del Sommo Poeta si unisce all’ironia di un interprete che, con grande mestiere, riesce ad assolvere un compito non facile: trasmettere agli spettatori, soprattutto ai più giovani, tutta la profondità del messaggio dantesco. Le sei cantiche che vengono presentate nello spettacolo si incontrano con le incursioni musicali di Tommaso Cuneo che vanno dal repertorio per chitarra classica ad atmosfere vicine al blues e al jazz, cercando di fare da sottofondo alla poesia dantesca, ma anche di trarne ispirazione.

Giorgio Colangeli è uno degli attori più apprezzati del cinema e della televisione italiani. Ha collaborato con registi come Marco Tullio Giordana, Ettore Scola, Paolo Sorrentino, Daniele Luchetti, Guido Chiesa. Fra i suoi tanti lavori figurano i film “La cena” (per il quale vince il Nastro d’argento come miglior attore non protagonista) e “L’aria salata” (per il quale vince il David di Donatello sempre come miglior attore non protagonista).

Recentemente si è fatto apprezzare nel film “Lontano lontano” con la regia di Gianni Di Gregorio e nella parte del babbo di Francesco Totti nella miniserie TV “Speravo de morì prima”, con la regia di Luca Ribuoli.

La sera del 6 agosto in piazza Masaccio l’appuntamento è con il Quartetto d’archi Chagall e la loro interpretazione di “Comedia: in una selva oscura”. Nasce con l’intento di far conoscere la passione di Dante per la musica. La performance è concepita come un unicum che vede alternarsi e sommarsi una voce narrante, la proiezione di immagini e scenografie con grafiche digitali e, ovviamente, la musica da camera, eseguita dal vivo dal Quartetto Chagall. Comedìa non è un concerto, ma un vero e proprio spettacolo teatrale in cui il testo poetico, la scena, le immagini, la recitazione e, ovviamente, la musica si amalgamano, risultando tutti protagonisti. Il comune approccio accademico lascerà posto ai sentimenti: il pubblico non potrà fare a meno di immedesimarsi completamente nei personaggi di volta in volta presentati, manifestando per gli stessi empatia o biasimo. La multivisione – originale, realizzata appositamente per lo spettacolo – prevederà un insieme di effetti astratti e immagini anche d’epoca, con giochi di luci e texture. I brani musicali consisteranno in frammenti tratti, tra le altre, da opere di Bach, Mozart, Beethoven, Ligeti oltre ad effetti sonori, improvvisazioni e molto altro. Verranno presentate le storie, le vite, le esperienze vissute da alcuni emblematici personaggi incontrati da Dante nell’Inferno, i quali saranno “dipinti sulla tela del palcoscenico” grazie ad immagini, luci, suoni e parole. Interprete musicale e principale dello spettacolo sarà il Quartetto Chagall, apprezzato da critica e pubblico per la grande passionalità e la perfetta amalgama tra i vari strumenti presenti nelle sue esecuzioni. Ha ottenuto importanti riconoscimenti e si è esibito per importanti festival, stagioni concertistiche ed istituzioni culturali in Italia e all’estero. Lo spettacolo, a cura dell’associazione Opera Viva, è organizzato nell’ambito del Terre di Arezzo Music Festival. Gli interpreti sono Paolo Skabar e Matteo Ghione al violino; Jacopo Toso alla viola; Ilsu Guresci al violoncello, con l’attore Pierluigi Pintar e Francesco Lopergolo che si occuperà della computer art.

Ultimo spettacolo domenica 8 agosto con protagonista Lella Costa. Andrà in scena “Intelletto d’amore. Dante e le donne” scritto da Gabriele Vacis con la regia di Gabriele Vacis e produzione affidata a Mismaonda in collaborazione con la Radio Svizzera italiana. Il racconto scritto da Gabriele Vacis e Lella Costa sceglie alcune tra le donne di Dante e le fa parlare direttamente al pubblico, in modo confidenziale, da prospettive insolite. Naturalmente c’è Beatrice, ideale dell’amore puro del poeta, ma anche di tanta gente da settecento anni in qua. E poi c’è Francesca che finalmente ci spiegherà perché Dante l’ha mandata all’inferno insieme al suo Paolo. Ci sarà Taibe, la prostituta delle Malebolge, costretta ad annaspare nel letame per un motivo ben diverso da quella che è stata la sua professione. E Gemma Donati, la moglie del poeta, madre dei suoi figli, che spiegherà come si convive con l’ideale amoroso di tuo marito, se non sei tu.

Gli appuntamenti del 30 luglio e del 3 e 6 agosto sono ad ingresso gratuito con prenotazione consigliata alla Pro Loco di San Giovanni Valdarno in piazza Cavour 3, dal lunedì al sabato dalle 9,30 alle 12,30 e il giovedì dalle 15 alle 18 chiamando il numero 055 9126268 o scrivendo una mail a info@prolocosangiovannivaldarno.it

L’evento di domenica 8 agosto del Teatro Estate Sgv avrà un biglietto dal costo di 12 euro quello intero e 10 per il ridotto (over 60, under 35 soci Coop, soci della Pro Loco di San Giovanni Valdarno, possessori della Carta dello spettatore di Fts). Prevendita attraverso il circuito box office e tramite la Pro loco di San Giovanni Valdarno.

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2021/07/MANIFESTO-Eventi_Dante_700-717x1024.jpghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2021/07/MANIFESTO-Eventi_Dante_700-150x150.jpgUfficio StampaEventidante,estate sangiovanneseQuattro imperdibili appuntamenti nell’estate sangiovannese 2021 che si inseriscono nelle celebrazioni “Dante O Tosco”, istituite dalla Regione Toscana per il 700esimo anniversario della morte di Dante Alighieri. Venerdì il primo spettacolo. Concerti, teatro, letture e spettacoli per l’estate di Dante a San Giovanni Valdarno. Nell’anno in cui cade il 700esimo...sito ufficiale

Articoli simili

John Patitucci e Paolo Rossi illuminano le sere di San Giovanni

John Patitucci e Paolo Rossi illuminano le sere di San Giovanni

Piazza Masaccio si trasforma in palcoscenico con gli appuntamenti della Fondazione Toscana Spettacolo. Domenica in scena “Moby Dick” di Francesco Niccolini

Piazza Masaccio si trasforma in palcoscenico con gli appuntamenti della Fondazione Toscana Spettacolo. Domenica in scena “Moby Dick” di Francesco Niccolini

Il programma dell’Estate Sangiovannese 2021

Il programma dell’Estate Sangiovannese 2021

Translate »