Test sierologici, priorità a chi lavora a contatto con il pubblico. La Regione stila la lista delle categorie di lavoratori

Prima chi ha contatti con il pubblico. Prima chi ha rapporti con categorie a rischio o  ambienti potenzialmente infetti.

 

Con l’ordinanza n.39 del 19 aprile 2020 la Regione Toscana fissa le nuove priorità nell’effettuazione dei test sierologici rapidi, a carico del servizio sanitario regionale e dunque gratuiti per i cittadini, che la Toscana ha già nelle settimane scorse avviato, utili a scoprire se una persona è entrata in contatto con il virus e ha sviluppato gli anticorpi. Dopodiché, in caso di esito dubbio o positivo, si procederà con il tampone per capire chi ha superato la malattia ed è immune e chi invece è asintomatico ma ancora potenzialmente contagioso. Priorità, sottolineano dagli uffici della Regione, che si allargheranno nelle prossime settimane in ragione delle progressiva disponibilità dei kit.

 

 

Ecco la lista delle categorie di lavoratori che integra le iniziali sulle quali sono stati effettuati i primi test, ovvero ad operatori sanitari, ospiti delle Rsa e residenze per disabili, personale del volontariato impegnato nell’emergenza sanitaria e di protezione sociale, lavoratori delle farmacie, personale degli istituti penitenziari, forze dell’ordine, vigili del fuoco e chiunque fosse impegnato nell’assistenza alla popolazione anziana e fragile:
  • Polizia Municipale e Polizia Provinciale;
  • lavoratori esercizi commerciali e grandi strutture di vendita alimentare, unitamente agli addetti al trasporto merci;
  • lavoratori di aziende pubbliche o private relative allo smaltimento e raccolta dei rifiuti, la cui attività implica il contatto con rifiuti potenzialmente infetti;
  • dipendenti Pubblici, la cui attività implica il contatto con il pubblico;
  • dipendenti degli Uffici Postali, la cui attività implica il contatto con il pubblico;
  • dipendenti dei servizi bancari, finanziari e assicurativi, la cui attività implica il contatto con il pubblico;
  • lavoratori dei servizi a domicilio;
  • lavoratori della editoria e della emittenza televisiva a contatto con il pubblico;
  • edicolanti e librai;
  • operatori del trasporto pubblico locale, la cui attività implica il a contatto con il pubblico;
  • tassisti;
  • operatori delle imprese/agenzie di onoranze funebri;
  • operatori della logistica, la cui attività implica il contatto con il pubblico;
  • personale dei consolati a contatto con il pubblico;
  • personale dei porti e degli aeroporti;
  • lavoratori del distretto Cartario, in quanto distretto che ha sempre lavorato e che può essere pilota di valutazione per i successivi distretti industriali toscani;

Tutti quanti potranno rivolgersi direttamente ai quaranta laboratori toscani accreditati per l’esecuzione degli esami. La scelta di farli è volontaria.

Le categorie con accesso prioritario ai test potranno subire integrazioni non solo in ragione della disponibilità dei kit ma anche al mutare del quadro epidemiologico, legate cioè alla diffusione dell’epidemia, o per evidenze scientifiche o valutazioni del gruppo di lavoro regionale.

 

Ecco l’elenco completo fornito dalla Regione dei laboratori che effettueranno i test:
  • AMBULATORI MISERICORDIA CAMPI BISENZIO – 055/89411 – 3429506677
  • BIANALISI – VILLAFRANCA LUNIGIANA – 0187/493638
  • BIOLABOR – LIVORNO – 3403494270 – 3468404949
  • BIOMEDICAL – MONSUMMANO TERME – 0572/951359 Monsummano Terme – 0574/604147 Prato
  • BIOMEDIX – AULLA – 0187/420680
  • CAM – VIAREGGIO – 0584/962153
  • CASA DI CURA VILLA TIRRENA – LIVORNO – 0586/263101
  • CDL OMNIA MEDICA – PISTOIA – 0573/26683
  • CENTRO ANALISI CASCINA – CASCINA – 050/711123
  • CENTRO ANALISI CLINICHE ALBA – POGGIBONSI – 0577/600893
  • CENTRO DIAGNOSTICO SENESE – SIENA – 0577/51026
  • CENTRO DIAGNOSTICO VALDICHIANA – FOIANO DELLA CHIANA – 0575/641106
  • CENTRO RICERCHE CLINICHE – PISA – 050/503020
  • DATA MEDICA – MONTECATINI TERME – 0572/911611 – 3245612221
  • DIAGNOSYS – PRATO – 0574/31303 – 25063
  • ECOL STUDIO – LUCCA – 0583/808840
  • IAMA – PRATO – 388/3676306
  • ISTITUTO ECOMEDICA – EMPOLI – 0571/99281
  • ISTITUTO FANFANI – FIRENZE – 055/4970324 – 055/4970486 – 055/4970636
  • ISTITUTO PROSPERIUS – FIRENZE – 055/50661
  • ISTITUTO RAGIONIERI – SESTO FIORENTINO – 055/4200056
  • ISTITUTO SENESE – GROSSETO – 0564/24190
  • KOBIOL – PISA – 3516684845
  • LABGAMMA – GROSSETO – 0564/451184 – 0564/458999 – 335323966
  • LABORATORIO ANALISI BRUNO – CARRARA – 0585/857987
  • LABORATORIO APUANO – MASSA – 3482894690
  • LABORATORIO NUOVO – CECINA – 0586/635170
  • LABORATORIO PIERONI – CAMAIORE – 3482894690
  • LABORATORIO ANALISI TIRRENO – CARRARA – 0585/631795
  • LACC – PONTEDERA – 0587/53924
  • LAM – PISA – 050/44022
  • LAM SANVITO – CAPANNORI – 0583/936430
  • LAMM SRL – LUCCA – 0583/581491
  • LEA SRL – EMPOLI – 0571/543985 – 3713547896
  • MULTITEST – LIVORNO – 331/7411339
  • NUOVA IGEA – FIRENZE – 055/600546 -055/6540501 – 055/4376697 – 055/701607
  • POLO GGB – SIENA – 0577/381312
  • SAN GIUSEPPE ANALISI – AREZZO – 0575/3734459 – 3929065215
  • SANAVIR SRL – PISTOIA – 0573/506329
  • SYNLABMED – SESTO FIORENTINO – 055/4211617
https://www.comunesgv.it/content/uploads/2016/03/LogoRegioneToscana.jpghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2016/03/LogoRegioneToscana-150x150.jpgComuneSGVAvvisi#Covid-19,coronavirus,covid,Regione ToscanaPrima chi ha contatti con il pubblico. Prima chi ha rapporti con categorie a rischio o  ambienti potenzialmente infetti.   Con l’ordinanza n.39 del 19 aprile 2020 la Regione Toscana fissa le nuove priorità nell’effettuazione dei test sierologici rapidi, a carico del servizio sanitario regionale e dunque gratuiti per i cittadini,...sito ufficiale

Articoli simili

“Le due velocità della Regione Toscana e la programmazione dei rifiuti speciali nel nuovo piano regionale dell’economia circolare e delle bonifiche”

“Le due velocità della Regione Toscana e la programmazione dei rifiuti speciali nel nuovo piano regionale dell’economia circolare e delle bonifiche”

Chi deve emettere diffida per la potenziale contaminazione di Podere Rota segnalata da Arpat?

Chi deve emettere diffida per la potenziale contaminazione di Podere Rota segnalata da Arpat?

Aumentano i contagi, disposta la chiusura di giardini e aree verdi a San Giovanni Valdarno

Aumentano i contagi, disposta la chiusura di giardini e aree verdi a San Giovanni Valdarno

Translate »