Monitoraggio aria: il Valdarno torna ad avere la sua centralina

È stata posizionata il 9 febbraio scorso, in via Morandi a Figline, la centralina mobile di Arpat (Agenzia Regionale per la protezione ambientale della Toscana) che servirà a misurare i livelli di inquinamento atmosferico su gran parte del territorio valdarnese. I dati rilevati da questa postazione mobile verranno registrati e trasmessi una volta al mese direttamente ad Arpat, che provvederà ad avvertire il Comune solo in caso di sforamenti dei livelli di concentrazione di polveri sottili nell’aria (i cosiddetti PM 10).
La postazione di Figline è stata individuata nell’ambito di un tavolo tecnico congiunto con ARPAT e LAMMA come significativa per la qualità dell’aria di San Giovanni, Terranuova e per i comuni di fondovalle del Valdarno fiorentino, che sono risultati inseriti, a partire dal dicembre dello scorso anno (Delibera Giunta Regionale n. 1182/2015) nell’ area di superamento “Valdarno Superiore”. Per area di superamento si intende una porzione del territorio toscano rappresentata da una stazione di rilevamento della qualità dell’aria che nell’ultimo quinquennio ha registrato almeno un superamento del valore limite o del valore obiettivo di un inquinante (nel caso del Valdarno, appunto, i PM 10): i comuni che vi ricadono hanno l’obbligo di mettere in atto azioni tese a limitare l’inquinamento, il cosiddetto Piano di Azione Comunale, che verrà redatto con il coordinamento della Regione Toscana entro l’estate.

Come confermato anche da recenti studi svolti dalla Regione (Progetto PATOS) i superamenti, che sono sostanzialmente concentrati tutti nel periodo invernale da novembre a marzo, sono determinati in prevalenza dalla combustione delle biomasse in particolare per il riscaldamento domestico.

A fine febbraio, la postazione Arpat sarà poi sostituita da una nuova centralina mobile della Regione Toscana, che consentirà di conoscere quotidianamente i dati relativi alla qualità dell’aria e che rimarrà in via Morandi in attesa di quella fissa.

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2016/02/centralina-qualità-dellaria.jpghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2016/02/centralina-qualità-dellaria-150x150.jpgcomunesgvNovitàambiente,aria,ArpatÈ stata posizionata il 9 febbraio scorso, in via Morandi a Figline, la centralina mobile di Arpat (Agenzia Regionale per la protezione ambientale della Toscana) che servirà a misurare i livelli di inquinamento atmosferico su gran parte del territorio valdarnese. I dati rilevati da questa postazione mobile verranno registrati...sito ufficiale

Articoli simili

“Potenziale contaminazione e inaccettabili livelli di odori”. Arriva il contributo istruttorio di Arpat su Podere Rota

“Potenziale contaminazione e inaccettabili livelli di odori”. Arriva il contributo istruttorio di Arpat su Podere Rota

Podere Casa Rota, in Consiglio Comunale il rapporto di Arpat. Il Sindaco Vadi: “Persiste il problema delle maleodoranze . L’Agenzia regionale individua due percorsi: la creazione di una banca dati e la gestione del monitoraggio dell’aria affidata a un ente terzo. A breve convocherò l’osservatorio sulla discarica”

Podere Casa Rota, in Consiglio Comunale il rapporto di Arpat. Il Sindaco Vadi: “Persiste il problema delle maleodoranze . L’Agenzia regionale individua due percorsi: la creazione di una banca dati e la gestione del monitoraggio dell’aria affidata a un ente terzo. A breve convocherò l’osservatorio sulla discarica”

Proroga periodo a rischio incendi boschivi fino al 25 settembre 2020

Proroga periodo a rischio incendi boschivi fino al 25 settembre 2020

Translate »