Iscriviamoci all’inchiesta pubblica! Ecco come fare in quattro semplici passaggi

Sarà il 25 febbraio l’audizione preliminare per l’inchiesta pubblica sull’ampliamento della discarica di Podere Rota. Oltre al proponente, agli estensori del progetto e dello studio di impatto ambientale, ai soggetti competenti in materia ambientale e ai soggetti che abbiano presentato osservazioni nell’ambito del procedimento autorizzativo, potranno partecipare tutti i cittadini che faranno richiesta 48 ore prima dell’audizione.

Ecco come iscriversi:
2️⃣Compilate tutti i campi (Nome, cognome, residenza, codice fiscale, mail/cellulare)
3️⃣Acconsentite al trattamento dei dati personali
4️⃣Cliccate il pulsante INVIA RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE
A questo punto la richiesta di partecipazione è stata registrata.
Una mail (o sms, a scelta) confermerà l’avvenuta ricezione della richiesta.
In caso di mancata ricezione controllate lo spam o la casella promozioni su gmail.
Successivamente sarà inoltrato ad ogni singolo iscritto il link a cui connettersi per partecipare alla sessione online.
IMPORTANTE La richiesta deve essere inoltrata almeno 48 ore prima dell’audizione, entro le ore 17 di domani MARTEDì 23 FEBBRAIO
Per tutte le altre informazioni su come si svolgerà l’inchiesta è possibile consultare il seguente link  https://www.comunesgv.it/sara-il-25-febbraio-laudizione-preliminare-per-linchiesta-pubblica-sullampliamento-della-discarica-di-podere-rota/ 
https://www.comunesgv.it/content/uploads/2021/02/banner_350x250.pnghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2021/02/banner_350x250-150x150.pngUfficio StampaAvvisiinchiesta pubblica,podere rotaSarà il 25 febbraio l’audizione preliminare per l’inchiesta pubblica sull’ampliamento della discarica di Podere Rota. Oltre al proponente, agli estensori del progetto e dello studio di impatto ambientale, ai soggetti competenti in materia ambientale e ai soggetti che abbiano presentato osservazioni nell’ambito del procedimento autorizzativo, potranno partecipare tutti i...sito ufficiale

Articoli simili

Podere Rota, la Regione respinge la richiesta di Csai di dilatazione ulteriore del Paur e convoca la prima conferenza dei servizi

Podere Rota, la Regione respinge la richiesta di Csai di dilatazione ulteriore del Paur e convoca la prima conferenza dei servizi

Per la Regione Toscana il responsabile della potenziale contaminazione delle acque sotterranee nell’area di Podere Rota è Csai. Accolta la richiesta di sospensione del Paur

Per la Regione Toscana il responsabile della potenziale contaminazione delle acque sotterranee nell’area di Podere Rota è Csai. Accolta la richiesta di sospensione del Paur

Sospensione Paur: la soddisfazione del sindaco di San Giovanni Valentina Vadi dopo la richiesta inoltrata da Csai alla Regione Toscana

Sospensione Paur: la soddisfazione del sindaco di San Giovanni Valentina Vadi dopo la richiesta inoltrata da Csai alla Regione Toscana

Translate »