Zona rossa, gli orari e le regole degli uffici comunali

Dato lo stato di emergenza sanitaria, anche la provincia di Arezzo è entrata nella zona rossa.

A decorrere da martedì 16 marzo 2021 e fino a domenica 21 marzo compresa, eventualmente reiterabili sulla base dell’evoluzione del contesto epidemiologico, sono adottate le misure previste per le zone caratterizzate da uno scenario almeno di tipo 3.

Gli unici uffici comunali che rimarranno aperti al pubblico saranno:  la Polizia Municipale,  il protocollo, limitatamente però alla gestione e/o presentazione di pratiche con scadenze improrogabili, il Servizio Punto Amico, accessibile solo previo appuntamento, da prendersi telefonando ai 055/9126320, 9126214, 9126257, 9126332, 9126321.

Saranno consentiti accessi contingentati con non più di due utenti nell’area di attesa, e nel rispetto di tutte le misure di sicurezze previste.  Analogamente anche all’area di accoglienza, in via Garibaldi 43 si potrà accedere solo mediante ingressi contingentati, con non più di due utenti nell’area di attesa.

Tutti gli altri uffici comunali saranno accessibili solo su appuntamento telefonando al numero 055/91261.

Al link è possibile consultare l’ordinanza

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2021/03/IMG-20201231-WA0014-1024x768.jpghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2021/03/IMG-20201231-WA0014-150x150.jpgUfficio StampaAvvisiordinanzaDato lo stato di emergenza sanitaria, anche la provincia di Arezzo è entrata nella zona rossa. A decorrere da martedì 16 marzo 2021 e fino a domenica 21 marzo compresa, eventualmente reiterabili sulla base dell’evoluzione del contesto epidemiologico, sono adottate le misure previste per le zone caratterizzate da uno scenario...sito ufficiale

Articoli simili

Miasmi dai container in stallo alla stazione, scatta l’ordinanza

Miasmi dai container in stallo alla stazione, scatta l’ordinanza

Acqua potabile, scatta l’ordinanza per la razionalizzazione del consumo

Acqua potabile, scatta l’ordinanza per la razionalizzazione del consumo

Per la Regione Toscana il responsabile della potenziale contaminazione delle acque sotterranee nell’area di Podere Rota è Csai. Accolta la richiesta di sospensione del Paur

Per la Regione Toscana il responsabile della potenziale contaminazione delle acque sotterranee nell’area di Podere Rota è Csai. Accolta la richiesta di sospensione del Paur

Translate »