Riapertura FONDO SOLIDALE AUTORITA’ IDRICA TOSCANA – UTENZA DEBOLE” – AGEVOLAZIONI CONSUMI IDRICI – ANNO 2021

Il Comune di San Giovanni Valdarno è attore nel programma dei rimborsi economici di tariffa del servizio idrico usufruibili dalle “utenze deboli” residenti nel Comune di San Giovanni Valdarno.

Le domande devono essere presentate dal 30 Agosto al 02 Ottobre 2021

Art . 1 – Requisiti e condizioni di ammissione

Trattasi di una forma di agevolazione per le fasce di utenza debole calcolata in base al consumo idrico di competenza dell’anno 2020.

I soggetti richiedenti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. Residenza anagrafica nel Comune di San Giovanni Valdarno.
  2. Il nucleo familiare è quello risultante dallo stato di famiglia anagrafica. Pertanto il nucleo familiare del richiedente è quello composto dal richiedente stesso e da tutti coloro che pur non essendo legati da vincoli di parentela risultano iscritti nello stato di famiglia anagrafico. Fa parte del nucleo anche il coniuge non legalmente separato con altra residenza e le persone a carico ai fini IRPEF.
  3. Il nucleo anagrafico deve corrispondere al nucleo riportato nell’ ISEE. Eventuali differenze vanno motivate in sede di presentazione della domanda.
  4. Può fare richiesta del Bonus Sociale Idrico Integrativo uno dei componenti del nucleo ISEE al cui interno risulta essere l’intestatario dell’utenza diretta, e laddove sia garantita la coincidenza tra:
  • la residenza anagrafica dell’intestatario del contratto di fornitura idrica con l’indirizzo di fornitura del medesimo contratto;
  • il nominativo e il codice fiscale dell’intestatario del contratto di fornitura idrica con il nominativo di un componente il nucleo ISEE.
  1. Nel caso di utenti indiretti, il Bonus Sociale Idrico Integrativo è riconosciuto a condizione che sia garantita la coincidenza tra la residenza anagrafica di un componente il nucleo ISEE e l’indirizzo della fornitura condominiale o aggregata di cui il medesimo nucleo usufruisce, ovvero a condizione che l’indirizzo di residenza anagrafica del richiedente sia riconducibile all’indirizzo di fornitura dell’utenza condominiale o aggregata.

 

Si specifica che può essere presentata solo una domanda per nucleo familiare.

 

Non possono essere esclusi dal beneficio gli utenti morosi.

Sono ammessi, previa presentazione di specifica domanda di Bonus Sociale Idrico Integrativo anche senza presentazione dell’ISEE, gli utenti diretti/indiretti che dichiarano di essere ammessi al Bonus Sociale Idrico Nazionale o di essere titolari di Reddito o Pensione di Cittadinanza.

 

Art. 2 – Requisiti economici per l’accesso all’agevolazione

Per poter accedere all’agevolazione è necessario:

  1. Essere in possesso di una dichiarazione ISEE in corso di validità pari o inferiore ad € 14.000,00=. In caso di nucleo familiare composto da minimo 5 componenti , il suddetto limite ISEE viene innalzato a €. 20.000,00.=

 

Art. 3 – Misura delle agevolazioni

Ai beneficiari verrà erogato un contributo nella seguente misura:

  • pari al 70% dell’importo relativo al consumo idrico 2020 per i nuclei familiari con ISEE fino ad Euro 8.265,00;
  • pari al 65% dell’importo relativo al consumo idrico 2020 per i nuclei familiari con ISEE tra Euro 8.265,01 e Euro 14.000,00;
  • pari al 60% dell’importo relativo al consumo idrico 2020 per i nuclei familiari con ISEE tra Euro 14.000,01 e Euro 17.000,00 solo in caso di nucleo familiare composto da minimo 4 componenti ;
  • pari al 50% dell’importo relativo al consumo idrico 2020 per i nuclei familiari con ISEE tra Euro 17.000,01 ad Euro 20.000,00 in caso di nucleo familiare composto da un minimo di 5 componenti con almeno un figlio minore a carico;

 

I rimborsi saranno erogati in ordine di graduatoria fino ad esaurimento del budget pari ad Euro 9.707,00=con le modalità di seguito indicate.

 

Se le domande presentate comporteranno una spesa eccedente la disponibilità dello specifico fondo, si procederà alla formulazione di una graduatoria sulla base del valore ISEE posseduto, partendo dal valore ISEE più basso.

 

A parità di valore ISEE posseduto si rispetteranno le seguenti priorità:

nuclei famigliari in cui sia presente una persona con disabilità media o grave

nuclei famigliari con un patrimonio mobiliare più basso

nuclei famigliari con il maggior numero di figli minori.

 

Nel caso in cui l’erogazione del contributo a tutti gli aventi diritto non comporti l’esaurimento del budget si provvederà a suddividere le risorse residue fra tutti gli aventi diritto, innalzando proporzionalmente la percentuale del contributo riconosciuto per tutte le fasce ISEE sopra elencate. In ogni caso il rimborso assegnato non potrà essere superiore alla spesa documentata.

 

Art. 4 – Graduatoria

Accertata la presenza dei requisiti e formata una apposita graduatoria, si procederà all’applicazione delle agevolazioni tariffarie sotto forma di rimborso in percentuale, di quanto pagato nell’anno 2020, come stabilito nel precedente art. 3 del presente avviso. Tale rimborso verrà erogato da Publiacqua.

La graduatoria provvisoria dei beneficiari, sarà pubblicata all’Albo Pretorio on-line sul sito web istituzionale del Comune di San Giovanni Valdarno.

Tale pubblicazione equivale a notifica agli interessati e nello specifico sostituiscono anche la comunicazione personale agli esclusi.

Una volta valutate le eventuali istanze di riesame, verrà approvata la graduatoria definitiva che sarà pubblicata all’Albo Pretorio on-line sul sito web istituzionale del Comune di San Giovanni Valdarno.

 

 

Art. 5 – Modalità di certificazione del consumo

 

La richiesta di agevolazione può essere presentata sia per utenze singole che per utenze condominiali o aggregata.

Per le utenze individuali, il consumo 2020 sarà richiesto successivamente dal Comune a Publiacqua in qualità di ente assegnatario del servizio idrico.

I nuclei familiari o i singoli utenti aventi utenze condominiali o aggregate dovranno rivolgersi al proprio Amministratore di condominio o all’intestatario dell’utenza che provvederà ad indicare la quota parte del consumo 2020 sostenuta dal richiedente. Qualora l’Amministratore di condominio o l’intestatario dell’utenza non fornisca la predetta attestazione, la spesa idrica lorda dell’anno solare precedente sarà stimata dal gestore pari alla media annua di consumi per tale tipologia di utenza. I nuclei familiari o i singoli utenti facenti parte di complessi condominiali con numero di condomini non superiore a quattro ove non sia presente un Amministratore esterno ma un legale rappresentante del complesso condominiale stesso, dovranno richiedere a tale figura di specificare la quota parte del consumo sostenuta dal richiedente.

Le stesse indicazioni sulla documentazione dei consumi valgono per gli intestatari di un alloggio ERP.

Sia per le utenze individuali che condominiali/aggregate il calcolo del Bonus Idrico Nazionale sarà richiesto successivamente dal Comune a Publiacqua in qualità di ente assegnatario del servizio idrico.

 

Art 6 – Allegati alla domanda

 

La richiesta di agevolazione deve essere corredata da:

  1. Fotocopia del documento d’identità del richiedente;
  2. Copia di una fattura ricevuta nel corso dell’anno 2020 o 2021 ( riferita ad anno 2020) per individuare i dati dell’utente ed effettuare il riscontro dell’intestazione o della fornitura;
  3. Dichiarazione, in caso di utenza condominiale/alloggi ERP dichiarazione rilasciata dall’Amministratore di condominio o analoga figura e copia del documento di identità dello stesso, con dichiarazione se il pagamento è già stato effettuato o è da effettuare;
  4. Copia della documentazione attestante eventuale handicap grave ex Legge 104/1992 art. 3 c. 3;
  5. Copia documentazione che motiva la differenza fra il nucleo anagrafico e quello riportato nell’ ISEE

 

Art 7 – Modalità erogativa

 

Una volta stabilita la graduatoria definitiva e l’ammontare delle somme spettanti, definite secondo le regole previste nell’art. 3 del presente Bando, si procederà all’applicazione delle agevolazioni tariffarie sotto forma di rimborso, che verrà erogato con le seguenti modalità:

  1. a) Per le utenze individuali mediante sconto in bolletta;
  2. b) Nel caso di utenza aggregata (condominiale) il contributo può essere accreditato in bolletta o mediante assegno o bonifico. Entrambe le modalità sono dunque utilizzabili, ma nel caso in cui la dichiarazione dell’amministratore attesti la spesa, ma non l’avvenuto pagamento, si potrà utilizzare solo la prima modalità, per impedire che il beneficiario moroso verso il condominio possa beneficiare del contributo senza ottemperare al pagamento.

 

 

Art 8 – Termini e modalità di presentazione delle domande e dei ricorsi

 

Per poter accedere al contributo, bisogna presentare istanza mediante il modello predisposto come da fac-simile allegato, corredandola di tutta la documentazione di cui all’art. 6 – Il fac-simile di domanda potrà essere scaricato dal sito www.comunesgv.it

 

Entro il termine tassativo del 02 Ottobre 2021 la domanda può essere presentata, corredata di tutta la documentazione richiesta all’art. 6, con le seguenti modalità:

  1. Posta elettronica, anche mediante utilizzo di una casella di posta elettronica semplice all’indirizzo: protocollo@comunesgv.it oppure con l’invio alla PEC del Comune protocollo@pec.comunesgv.it.
  2. Consegna a mano c/o il PUNTO AMICO ingresso da via Rosai del Palazzo Comunale nell’orario di apertura al pubblico
  3. Spedizione con lettera raccomandata A.R. indirizzata a: Comune di SAN GIOVANNI VALDARNO – VIA GARIBALDI 43 – 52027 SAN GIOVANI VALDARNO – AR

Per l’invio tramite servizio postale farà fede il timbro di arrivo della richiesta.

 

ATTENZIONE: Le domande incomplete od errate non saranno prese in considerazione.

 

allegato A Bando Acqua 2021-1

allegato-alla-domanda-solo-per-utenze-condominiali-o-per-alloggi-erp-1

riapertura modulo-agevolazione-acqua-2021 -1

 

 

 

 

 

 

Art 9 – Controllo documentazione presentata e sanzioni

 

Il Comune si riserva di operare tutti i controlli che riterrà necessari per accertare la veridicità delle dichiarazioni.

Nel caso in cui risulti una dichiarazione mendace, oltre ad essere applicate le sanzioni previste dalla legge, decadranno le agevolazioni sin dall’origine.

 

Art 10 – Ricorsi

Contro l’atto amministrativo di approvazione della graduatoria definitiva è possibile presentare ricorso al T.A.R. entro 60 giorni dalla pubblicazione oppure alternativamente entro 120 giorni al Presidente della Repubblica.

 

ART. 11 Informativa agli interessati

e protezione dei dati

Ai sensi del Regolamento UE 679/2016 i dati personali raccolti con le domande presentate ai sensi del presente avviso saranno trattati con strumenti informatici ed utilizzati nell’ambito del procedimento per l’erogazione dell’intervento secondo quanto previsto dalla normativa. Tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza. L’utilizzo dei dati richiesti ha, come finalità, quella connessa alla gestione della procedura per l’erogazione dell’intervento ai sensi del presente Avviso e pertanto il conferimento dei dati richiesti è obbligatorio. Il titolare del trattamento è il Comune di San Giovanni Valdarno.

 

Per quanto non espressamente previsto nel presente bando si fa riferimento alla normativa vigente in materia ed ai regolamenti comunali.

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2019/03/acqua-1024x683.jpghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2019/03/acqua-150x150.jpgUfficio StampaAvvisibando idrico utenze deboliIl Comune di San Giovanni Valdarno è attore nel programma dei rimborsi economici di tariffa del servizio idrico usufruibili dalle “utenze deboli” residenti nel Comune di San Giovanni Valdarno. Le domande devono essere presentate dal 30 Agosto al 02 Ottobre 2021 Art . 1 – Requisiti e condizioni di ammissione Trattasi di...sito ufficiale
Translate »