Qualità dell’aria ambiente, scatta l’Ordinanza comunale per ridurre il livello di PM10

Fino al 29 dicembre è vietato accendere di fuochi all’aperto e abbruciamenti di sfalci, potature e residui vegetali su tutto il territorio comunale al di sotto della quota di 300 m. E’ obbligatorio spegnere motori di veicoli in sosta prolungata in particolare per veicoli commerciali e autobus, e non utilizzare biomassa (legna) in caminetti aperti per il riscaldamento domestico dove siano presenti sistemi alternativi di riscaldamento. E’ quanto prevede l’Ordinanza “Qualità dell’aria ambiente – indice di criticità per la qualità dell’aria con valore 2 – provvedimenti per la riduzione del rischio di superamento del valore limite giornaliero  delle polveri sottili PM10 nel periodo dal 21/12/2020 al 29/12/2020 compresi” –  firmata dal Sindaco di San Giovanni Valdarno, Valentina Vadi, con cui l’Amministrazione comunale invita, inoltre, la cittadinanza a limitare, per quanto possibile, l’utilizzo di mezzi privati di trasporto.

L’Ordinanza si è resa necessaria a seguito della comunicazione pervenuta da ARPAT il 21/12/2020 con la quale è stato segnalato che il 20 dicembre 2020 nell’area “Valdarno superiore” si sono verificate le condizioni per  l’attribuzione del valore 2 all’Indice di Criticità per la Qualità dell’aria ICQA (in un arco temporale complessivo di 10 gg il n. dei giorni di superamenti [ARPAT] dei 7 gg precedenti e il n. di gg con previsioni meteo critiche per la dispersione degli inquinanti [Consorzio LaMMA] nei 2 gg successivi è pari a 7).

Sono stati, dunque, rilevati da ARPAT 6 superamenti del valore limite per la media giornaliera del PM10 negli ultimi 7 giorni; le previsioni meteo del Consorzio LaMMA per i prossimi giorni anticipano condizioni meteo critiche per la dispersione degli inquinanti.

L’Amministrazione Comunale ricorda che salute è un diritto primario dell’individuo e della collettività e che concorre a garantire e tutelare tale diritto; ricorda, inoltre, che in Valdarno, dal 2016, esiste un Piano di Azione Comunale sottoscritto dai Comuni individuati dal Piano Regionale e dunque Qualità Aria come “critici”, i quali all’unisono devono emettere apposite ordinanze per la limitazione del PM10, quando si verificano degli sforamenti ai limiti (Registrati da centralina posta nel Comune di Figline – Incisa Valdarno) tali da avere un ICQA pari a 1 e previsioni meteo non compatibili.

Al Comando di Polizia Municipale è demandata la verifica dell’osservanza della presente ordinanza anche tramite l’intensificazione della vigilanza.

Leggi il testo dell’Ordinanza l’Ordinanza “Qualità dell’aria ambiente – indice di criticità per la qualità dell’aria con valore 2 – provvedimenti per la riduzione del rischio di superamento del valore limite giornaliero  delle polveri sottili PM10 nel periodo dal 21/12/2020 al 29/12/2020 compresi

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2014/09/stemmasgv.jpghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2014/09/stemmasgv-150x150.jpgUfficio StampaAvvisiFino al 29 dicembre è vietato accendere di fuochi all’aperto e abbruciamenti di sfalci, potature e residui vegetali su tutto il territorio comunale al di sotto della quota di 300 m. E’ obbligatorio spegnere motori di veicoli in sosta prolungata in particolare per veicoli commerciali e autobus, e non...sito ufficiale

Articoli simili

Iniziato il progetto “Soccorso educativo”

Iniziato il progetto “Soccorso educativo”

La geologia torna in Valdarno! Open day lunedì 10 maggio alle 15

La geologia torna in Valdarno! Open day lunedì 10 maggio alle 15

La Asl Toscana Sud Est ricerca immobile in affitto

La Asl Toscana Sud Est ricerca immobile in affitto

Translate »