L’edizione 2015 del Festival Orientoccidente torna a San Giovanni Valdarno con la Sua undicesima edizione, “Je Suis…”, dopo un’anteprima dello scorso 25 giugno con la collaborazione all’iniziativa “20 anni dopo Srebrenica e la fine della guerra in Bosnia Erzegovina, tra memoria, storia ed attualità”.

Il primo appuntamento già la sera di lunedì 6 luglio con il primo film della rassegna cinematografica “La nostra memoria inquieta” che si svolgerà tutti i lunedì di luglio fino al 3 agosto alle ore 21.30 in Piazza Battisti.

Sabato 11 luglio in Piazza Cavour alle ore 18.00 “Mai più”, performance e installazioni del Festival Orientoccidente per ricordare l’anniversario dell’eccidio di Srebrenica.

Gli altri appuntamenti del festival delle culture e musiche migranti si terranno nella splendida cornice di Piazza Masaccio martedì 14 luglio con il Canzoniere Grecanico Salentino per il ‘ritorno della notte della taranta’ e mercoledì 22 luglio con “A come Srebrenica” con Roberta Biagiarelli.

Entrambi gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.30 e saranno ad ingresso libero.

_______

martedì 14 luglio 2015 – Piazza Masaccio – ore 21.30

< il ritorno della notte della taranta >

CANZONIERE GRECANICO SALENTINO

In bilico fra tradizione e innovazione. L’eredità del tarantismo. La Puglia. Musica che suona intensa, misteriosa, attuale. Da parte di uno dei più importanti gruppi della world music internazionale. Un grande concerrto di nuove canzoni e soprattutto di antiche danze: e quindi tutti a ballare le pizziche in piazzaa Masaccio! Con Mauro Durante (voce, percussioni, violino), Emanuele Licci (voce, chitarra, bouzouki); Maria Mazzotta (voce, percussioni); Giancarlo Paglialunga (voce, tamburello); Massimiliano Morabito (organetto); Giulio Bianco (zampogna, armonica, fiati popolari); Silvia Perrone (danza).

______________________________________________

 

mercoledì 22 luglio 2015 – Piazza Masaccio – ore 21.30

ROBERTA BIAGIARELLI presenta “A come Srebrenica”

“… quanti anni, e quanti milioni di altre vittime, ci separano dal giorno in cui nomi come Srebrenica e Gorazde saranno celebrati come Guernica e Marzabotto, e si faranno grandi film sul loro martirio…”. Il monologo di Biagiarelli è intanto un pezzo importante di una storia a cui manca ancora una piena assunzione di responsabilità. E’ un grido di dolore, una testimonianza, una speranza. Oggi sempre più attuale. Presentato in occasione del ventennale del genocidio di Srebrenica, a San Giovanni Valdarno città gemellata con la città bosniaca.

[ in collaborazione con A.G.E.S.C.I. San Giovanni Valdarno e Comitato Non Dimenticare Srebrenica ]

 

San Giovanni Valdarno, 7 luglio 2015

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2015/09/orientoccidente.jpghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2015/09/orientoccidente-150x150.jpgcomunesgvMusicaorientoccidenteL’edizione 2015 del Festival Orientoccidente torna a San Giovanni Valdarno con la Sua undicesima edizione, “Je Suis…”, dopo un’anteprima dello scorso 25 giugno con la collaborazione all’iniziativa “20 anni dopo Srebrenica e la fine della guerra in Bosnia Erzegovina, tra memoria, storia ed attualità”. Il primo appuntamento già la sera...sito ufficiale