Nuova primavera musicale sangiovannese, inizia la seconda edizione

Promozione dei musicisti del territorio, spazio ai giovani talenti, presentazione di artisti di consolidata fama nazionale e internazionale. Per celebrare i suoi 50 anni di attività, l’Accademia musicale valdarnese, con il patrocinio del Comune di San Giovanni Valdarno, propone un cartellone di sei concerti di alto livello nei mesi di aprile e maggio. Concerto inaugurale venerdì 8 aprile alle 21 a Palazzo d’Arnolfo.

 

La seconda edizione della “Nuova primavera musicale sangiovannese” rappresenta, in sintesi, il cammino che l’Accademia musicale valdarnese ha percorso nei suoi 50 anni di attività: promozione dei musicisti del territorio, spazio ai giovani talenti, presentazione di artisti di consolidata fama nazionale e internazionale.

Un cartellone di eventi ricco e autorevole, patrocinato dal Comune di San Giovanni Valdarno e presentato ieri mattina dal direttore artistico dell’Accademia Andrea Turini insieme all’assessore alla cultura Fabio Franchi.

“La primavera – commenta l’assessore Fabio Franchi – è tradizionalmente associata al risveglio della natura, con un’esplosione di colori, profumi e calore, che ci invitano alla vitalità dopo il freddo e il ‘letargo’, il ‘sopore’ della stagione fredda. Un invito alla vitalità e al vitalismo, dopo lunghi mesi di freddo, che, per quanto riguarda il nostro settore, si riflette in una intensa ripresa delle attività culturali, che ci porteranno verso la stagione estiva. E’ in questo scenario che si colloca la seconda edizione della Primavera musicale sangiovannese, organizzata dall’Accademia musicale valdarnese con la direzione artistica del maestro Andrea Turini. Un programma particolarmente ricco, interessante e autorevole, quello che presentiamo questa mattina. Un programma che si caratterizza per la raffinatissima selezione dei concerti, per il prestigio degli artisti che si esibiranno, per la scelta degli autori proposti (come, per citarne a mero titolo di esempio uno soltanto, senza voler far torto agli altri, il concerto di duo violino e pianoforte dell’8 maggio, interamente dedicato a Donizetti, con la presentazione di un repertorio molto originale) e anche per la forte connessione con temi civili. Su tutti, il concerto del 15 maggio, dedicato al 75esimo anniversario dell’approvazione e promulgazione della Costituzione italiana. Una Primavera musicale, quindi, ricchissima, nella quale la musica, oltre che “fatto culturale”, “nutrimento per l’anima”, si fa elemento civile, valorizzando e rimarcando il forte, insopprimibile connubio che vi è tra cultura e impegno civile”.

“L’Accademia musicale valdarnese – ricorda Andrea Turini – nasce nel 1972 dall’iniziativa di sette appassionati fondatori, tra cui il cavaliere Anacleto Menicatti e il maestro Don Giorgio Martellini, che, per un ventennio, hanno contribuito a far crescere l’associazione e le hanno garantito credibilità a livello internazionale. Fin dai primi anni della sua attività l’Accademia ha sempre dedicato grandi spazi ai giovani talenti emergenti, ha promosso i musicisti del territorio e, contemporaneamente, ha ospitato importanti artisti la cui fama varcava i confini nazionali. Per questo, per festeggiare nella maniera più adeguata il nostro 50esimo anniversario, abbiamo pensato ad un programma di appuntamenti ad ingresso libero molto interessante con artisti di grande livello nella splendida sede del Museo delle Terre Nuove in Palazzo d’Arnolfo”.

Per questa seconda edizione il concerto inaugurale della Nuova primavera musicale sangiovannese, venerdì 8 aprile alle ore 21 in Palazzo d’Arnolfo, sarà eseguito dal trio di musicisti valdarnesi: Samuele Amidei al pianoforte, Daniela Petracchi al violoncello e Andrea Rum al clarinetto. Un programma molto particolare con musiche di Brahms, Rota e del compositore contemporaneo Bellafronte.

Ai giovani pianisti sono dedicati i concerti del 25 aprile e del 29 maggio, entrambi alle ore 17; ospiti ragazzi e ragazze che, a dispetto dell’età, vantano già brillanti carriere artistiche, molto apprezzati dalla critica e dal pubblico.

Il 22 aprile alle ore 21 arriverà a San Giovanni Valdarno il pianista ucraino Oleg Poliansky, che, nella sua ultima visita nella città del Marzocco lo scorso anno, è riuscito a incantare tutti i presenti grazie al suo stile unico che, pur saldamente ancorato in una solida preparazione classica, rappresenta un inno alla sperimentazione e alla creatività.

Il concerto di domenica 8 maggio alle 17 sarà una prima esecuzione assoluta con musiche di Gaetano Donizetti nella formazione violino e pianoforte con la pianista Rosaria Dina Rizzo e il violinista Angelo De Magistris.

Il 15 maggio invece, sempre ore 17, in occasione delle celebrazioni del 75esimo anniversario della Costituzione, si svolgerà un concerto di musica soltanto italiana con il flautista Tito Ciccarese e il pianista Pierluigi Di Tella.

L’ingresso per ogni spettacolo è libero, la prenotazione obbligatoria scrivendo una e-mail a acmuval@gmail.com o mandando un messaggio Whatsapp al numero 3385098368.

I concerti si svolgeranno nel rispetto delle vigenti disposizioni anti Covid.

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2022/04/man_02-717x1024.jpghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2022/04/man_02-150x150.jpgUfficio StampaEventiNovitànuova primavera musicale sangiovannesePromozione dei musicisti del territorio, spazio ai giovani talenti, presentazione di artisti di consolidata fama nazionale e internazionale. Per celebrare i suoi 50 anni di attività, l’Accademia musicale valdarnese, con il patrocinio del Comune di San Giovanni Valdarno, propone un cartellone di sei concerti di alto livello nei mesi...sito ufficiale

Articoli simili

Nuova primavera musicale sangiovannese, il duo Rosaria Dina Rizzo e Angelo De Magistris

Nuova primavera musicale sangiovannese, il duo Rosaria Dina Rizzo e Angelo De Magistris

Translate »