Microstorie medievali nei testamenti, la persona al centro della Storia

Inizia venerdì 19 novembre il nuovo ciclo di conferenze organizzato dal Museo delle Terre Nuove in collaborazione con il Comune di San Giovanni Valdarno. Tre appuntamenti con tre esperte che racconteranno il quotidiano della vita nel Medioevo.

Il Museo delle Terre Nuove, in collaborazione con il Comune di San Giovanni Valdarno, presenta il nuovo ciclo di conferenze dal titolo Microstorie medievali nei testamenti.

Tre esperte studiose racconteranno, in tre diversi incontri, il quotidiano della vita nel Medioevo.

Un Medioevo sconosciuto che verrà svelato attraverso l’analisi di testamenti antichi, insolite fonti per conoscere le storie dei cittadini del passato.

Si schiudono così, come scrigni preziosi, le microstorie di persone comuni, ancora oggi semi sconosciute: donne e uomini dal Medioevo che possiamo in questo modo conoscere e sentire più vicine a noi.

I dettagli delle iniziative:

19 novembre, h17: Cristiana Cucinotta Fordyce, Un borgo medievale nella voce testamentaria dei suoi abitanti

Nel XIII secolo, il comune rurale di Vertova appare vivo e pulsante attraverso le ‘carte’ dei testamenti dei suoi abitanti. Voci diverse di una molteplice e brulicante realtà contadina e piccolo borghese, raccolte nel registro di uno stesso notaio che però, fedele alla dettatura del testatore, ritraduce in latino la variegata realtà del volgare e del dialetto di agricoltori ed artigiani. Un panorama multicolore in una polifonia di voci dal quotidiano medievale.

17 dicembre, h17: Silvia Carraro, Intorno alla disabilità. Storie di amore e affetto dai testamenti medievali.

A partire dai testamenti medievali, l’incontro svelerà alcuni comportamenti che gli uomini e le donne dell’epoca ebbero nei confronti delle persone con disabilità. Gesti quotidiani verso amici e conoscenti o preoccupazioni per il futuro incerto di un figlio o una figlia con disabilità riempirono i pensieri di coloro che se ne prendevano cura, allontanandosi talvolta dal sentire comune. È questo della disabilità un tema ancora poco esplorato ma che offre molti spunti per interpretare le luci e le ombre che attraversano i secoli medievali.

14 gennaio, h17: Maria Teresa Brolis, Testamenti di donne medievali: alla scoperta di un mondo sconosciuto

Come conoscere la storia di una usuraia pentita, di una moglie innamorata (o, viceversa, delusa dal marito), di una giovane sposa che cura il coniuge in casa, di una pellegrina che parte per Roma? Di queste e di altre vicende non parlano certo le cronache dei re, ma le voci stesse di protagoniste femminili che dettano le loro ultime volontà.

Maria Teresa Brolis, Dottore di ricerca in storia medievale dal 1989, è autrice di numerose pubblicazioni, fra le quali si segnala il libro Storie di donne nel medioevo (Il Mulino 2016; edizione inglese McGill 2018) con il quale ha vinto il “Premio Italia medievale” nel 2018.

 

Cristiana Cucinotta Fordyce, Laureata in letteratura russa (facoltà di Lettere e Filosofia, Pisa), ottiene il Master in Letteratura italiana e il Ph.D in Letterature romanze comparate medievali al Boston College di Boston, U.S.A. Docente in varie università americane (lingua e letteratura italiana), è stata Project Director del Decameron Web project alla Brown University. Vicedirettrice dell’Istituto di Spiritualità di Pisa. Collabora al progetto di TE.BE 13 (Testamenti bergamaschi del XIII secolo). Si interessa altresì di politica comunale e del ruolo dell’intellettuale fra XIII e XIV secolo.

 

Silvia Carraro ha conseguito il Dottorato di ricerca presso l’Università degli Studi di Milano con una ricerca sulla religiosità femminile nel medioevo premiata, nel 2014, con il primo premio “Franca Pieroni Bortolotti”, assegnato dalla Società Italiana delle Storiche e dalla Regione Toscana. Collabora con le Università di Verona, Venezia e con la Società Internazionale per lo studio del Medioevo Latino di Firenze. Ha pubblicato articoli relativi alla vita religiosa femminile veneziana, alla storia della lebbra, alla storia della disabilità nel medioevo, alla storia della follia.

Per chi: per giovani e adulti
Dove: Museo delle Terre Nuove, Palazzo d’Arnolfo, piazza Cavour 1, San Giovanni Valdarno

Quando: 19 novembre, 17 dicembre e 14 gennaio h17

Durata: 1h circa

La partecipazione è gratuita. Si consiglia la prenotazione.

A cura di MUS.E

Per informazioni e prenotazioni
Museo Terre Nuove
Palazzo d’Arnolfo – Piazza Cavour, 1 San Giovanni Valdarno
Tel. 055 9126213
info@museoterrenuove.it

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2021/11/Manifesto_MTN_MICROSTORIE-MEDIEVALI-NEI-TESTAMENTI-ultimo-718x1024.jpghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2021/11/Manifesto_MTN_MICROSTORIE-MEDIEVALI-NEI-TESTAMENTI-ultimo-150x150.jpgUfficio StampaEventiNovitàmicrostorie medievali,muse,Museo delle Terre NuoveInizia venerdì 19 novembre il nuovo ciclo di conferenze organizzato dal Museo delle Terre Nuove in collaborazione con il Comune di San Giovanni Valdarno. Tre appuntamenti con tre esperte che racconteranno il quotidiano della vita nel Medioevo. Il Museo delle Terre Nuove, in collaborazione con il Comune di San Giovanni...sito ufficiale

Articoli simili

UN’ESTATE A CASTEL SAN GIOVANNI, attività e laboratori per divertirsi in città

UN’ESTATE A CASTEL SAN GIOVANNI, attività e laboratori per divertirsi in città

Il paesaggio toscano nel Medioevo

Il paesaggio toscano nel Medioevo

Storie di donne nel Medioevo

Storie di donne nel Medioevo

Translate »