Ecco la nuova giunta di San Giovanni Valdarno

Dopo il consiglio comunale di venerdì 28 giugno in cui è stata presentata la nuova giunta comunale, il sindaco di San Giovanni Valentina Vadi ha approfondito, insieme ai suoi assessori, linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare nel corso del mandato

Prima settimana di lavoro per i neo assessori del comune di San Giovanni Valdarno. Dopo la presentazione della nuova giunta avvenuta durante il consiglio comunale di venerdì 28 giugno in piazza Cavour, la squadra di Valentina Vadi, composta da Lorenzo Cursi, Laura Ermini, Fabio Franchi, Alberto Marziali e Massimo Pellegrini è pronta per mettersi all’opera. Questa mattina il primo cittadino, insieme ai suoi assessori, ha approfondito le linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare nel corso del mandato.

“Riteniamo che sia necessario – ha dichiarato il sindaco Valentina Vadi – un approccio che avvicini i cittadini alla cosa pubblica e ne coniughi bisogni ed aspettative, che abbia come obiettivo una partecipazione, più ampia possibile, concreta e consapevole al bene comune, che è una responsabilità di tutti, non solo di chi, in un determinato momento, si trova ad amministrare.

Competenza, capacità di ascolto e concretezza, queste sono le qualità e le caratteristiche delle persone che mi accompagneranno in questa esperienza di governo della città, oltre che, naturalmente, l’amore per San Giovanni. Persone che intendono e vivono il proprio impegno come un servizio alla comunità.

San Giovanni è stata, per buona parte del secolo scorso, un centro industriale (con la Ferriera, le Fornaci, la ceramica, le vetrerie, il settore manifatturiero); a seguito della crisi, negli ultimi anni del secolo scorso e nei primi decenni del nuovo secolo, la nostra città ha cambiato parte della sua caratterizzazione, pur mantenendo una base industriale importante, e ha sviluppato ulteriormente il suo volto in centro del Commercio e dei Servizi (con i negozi, gli uffici, le banche, le scuole, i centri di formazione). Quale sarà, quindi, la vocazione per il futuro, adesso che, per una molteplicità di fattori esogeni storici e sociali, anche il terziario sta subendo strutturali cambiamenti e in particolare il commercio si trova in una condizione di crisi, determinando effetti non positivi per i centri storici?

Per questo, a mio avviso, è necessario ed urgente, esprimere e raccontare una visione concreta, non irrealizzabile del futuro della nostra città che poi sarà anche il futuro nostro e di chi vivrà questi luoghi dopo di noi.

San Giovanni, oggi, ha i suoi punti di forza nella formazione/istruzione (con il sistema degli Istituti Comprensivi, la Scuola delle Suore Agostiniane, gli Istituti superiori e del CGT), nella cultura, nell’innovazione industriale avanzata, nel Centro Storico, e nella Green Economy.

San Giovanni città della cultura e della formazione, da una parte, in connubio con San Giovanni città della innovazione e della qualità dei servizi pubblici e privati dall’altra, questo è l’obiettivo strategico che sta alla base del nostro programma di governo del Comune.

Una rete con tre poli: la formazione/la ricerca/l’innovazione, lo sviluppo economico e produttivo, la cultura (perché senza forza e solida consapevolezza delle proprie radici e del proprio passato non si costruisce un futuro consistente). Tre realtà sulle quali investire con convinzione in modo sinergico,

in un contesto urbano che deve essere caratterizzato da vivibilità, qualità della vita, servizi per il cittadino, supporto alle fragilità sociali (con attenzione prioritaria ai bambini e agli anziani), e opportunità legate ai grandi centri attrattori, Firenze, Arezzo, Siena. Su questa visione politica della città futura, che è quella che sarà realizzata nei prossimi cinque anni, sarà necessario potenziare gli investimenti pubblici, attraverso progettazioni e capacità di intercettare entrate da altri enti (Regione, Governo, Europa), vero ed incontrovertibile punto di forza dell’azione amministrativa dei cinque anni passati.

Per raggiungere questi obiettivi sarà necessario, inoltre, continuare nell’opera di riorganizzazione della macchina amministrativa comunale perché sia ancora più efficiente, rispondente alle necessità dei cittadini, delle imprese, dei liberi professionisti, progredendo nella semplificazione e nella velocizzazione delle pratiche burocratiche e configurandosi come un Comune che sia un “facilitatore” nei rapporti con il cittadino.

Inoltre, sarà necessario rafforzare ulteriormente il gruppo di lavoro, altamente competente, dedicato al reperimento delle risorse (interno allo staff del Sindaco), per la partecipazione a bandi regionali, nazionali ed europei”.

La nuova giunta è composta da:

Valentina Vadi. Sindaco. Oltre a quanto non espressamente delegato si riserva per sé gli ambiti: programmazione, attuazione fondi PNRR, opere strategiche, reperimento risorse e contributi, politiche per lo sviluppo economico (commercio e attività produttive), politiche per lo sviluppo, il recupero e la riqualificazione del Centro Storico, rapporti con i quartieri e promozione dei quartieri, sicurezza urbana, sanità, affari generali, protezione civile.

Lorenzo Cursi. Vicesindaco e assessore con deleghe a: opere pubbliche, infrastrutture, pianificazione strategica, rigenerazione urbana, sistemi della viabilità e della mobilità, edilizia, urbanistica, messa in sicurezza idrogeologica del territorio e difesa del suolo, efficientamento energetico, comunità energetiche, bilancio, entrate, semplificazione burocratica.

Laura Ermini. Assessore con deleghe a: ambiente, ciclo dei rifiuti e transizione ecologica, qualità dell’aria, sport, diritti e pari opportunità, patrimonio, partecipate, politiche per la casa, parcheggi, politiche dell’istruzione e servizi educativi per l’infanzia, Polizia Municipale.

Fabio Franchi. Assessore con deleghe a: cultura, promozione e valorizzazione del territorio, turismo, eventi, relazioni internazionali, gemellaggi e cooperazione internazionale, comunicazione e Punto Amico, università e istruzione superiore.

Alberto Marziali. Assessore con deleghe a: politiche sociali, politiche giovanili, partecipazione e cittadinanza attiva, beni comuni, reti e infrastrutture informatiche, innovazione tecnologica e informatica, manutenzione, verde pubblico, decoro urbano, personale e risorse umane, organizzazione e innovazione funzionale dell’Ente.

Massimo Pellegrini. Assessore con deleghe a: attività produttive, commercio, riqualificazione, promozione e valorizzazione commerciale del centro storico.

 

Lorenzo Cursi

È laureato in Ingegneria Civile. Dopo una breve esperienza professionale nel settore privato, dal 1986 lavora presso il Comune di Cavriglia, quale responsabile dell’area tecnica, dove ha maturato esperienze nei settori della pianificazione urbanistica, dei lavori pubblici, della valorizzazione del patrimonio comunale, dell’efficientamento energetico.

Laura Ermini

Laureata all’Università degli Studi di Siena, avvocata specializzata nell’accompagnare le imprese in percorsi di sostenibilità ambientale e sociale. Madre di un figlio adolescente è impegnata negli istituti rappresentativi scolastici, ha approfondito i temi dell’istruzione e dell’utilizzo responsabile delle risorse naturali connesse alla transizione green. Ha acquisito esperienza nella gestione delle problematiche inerenti alle amministrazioni di sostegno ed in generale delle fasce deboli della popolazione. È stata consigliere comunale dal 2019 al 2020, dal 2021 membro della Giunta comunale su nomina del sindaco Valentina Vadi, si è occupata di ambiente, efficientamento energetico, personale, polizia municipale e pari opportunità.

Fabio Franchi

Consegue il Diploma di Maturità Scientifica presso il Liceo Scientifico “Benedetto Varchi” di Montevarchi nel 1996. Dal 2000 al 2004 ha lavorato, per conto di associazioni ed enti locali, come operatore culturale in vari servizi, quali biblioteche, musei e gallerie, sportelli informativi di vario tipo (in particolare gli sportelli InformaGiovani), collaborando anche all’organizzazione di corsi, eventi ed attività culturali. Dal 2004 lavora come impiegato presso una cooperativa sociale di tipo B, svolgendo la sua attività nei settori della comunicazione, dei servizi amministrativi e dei servizi culturali. Per conto di tale cooperativa, dal 2004 al 2009 ha lavorato presso varie biblioteche; dal 2009 al 2022 ha lavorato per il settore comunicazione di una importante azienda operante nel settore dei servizi di igiene urbana; dal 2024 è addetto ai servizi bibliotecari presso varie biblioteche di ente locale.

Iscritto a varie associazioni culturali del territorio, opera da molti anni per la promozione della cultura, con particolare riguardo alla lettura e al cinema, curando incontri con gli autori e rassegne cinematografiche. E’ socio ordinario dell’Accademia Valdarnese del Poggio.

Dal 2004 al 2019 è stato membro del Comitato Organizzatore del festival cinematografico ValdarnoCinema Film Festival, ricoprendo anche la carica di Vice Presidente del Comitato stesso. Nel 2004 è stato eletto Consigliere comunale nella lista “L’Ulivo per San Giovanni”. Rieletto Consigliere Comunale nel 2009, viene nominato Presidente del Consiglio Comunale, incarico che mantiene fino al termine della consiliatura. Dal 2019 al 2024, nella prima Giunta Vadi, è Assessore alla Cultura, alle Politiche Giovanili, al Turismo, alle Relazioni internazionali e Gemellaggi e alla Comunicazione.

Alberto Marziali

Diplomato all’Istituto Tecnico Industriale Statale di Arezzo, ha successivamente ottenuto attestati in Programmazione e come Operatore di processi informatici. Ha percorso una lunga carriera presso una società italiana, leader mondiale nella produzione di energia elettrica, in particolare da fonti rinnovabili.

Ha maturato una grande esperienza ricoprendo ruoli importanti nel controllo performance, nel project management di sistemi digitali avanzati, nella business intelligence e nelle tecnologie di collaborazione. Attualmente è in pensione, dopo aver concluso la carriera come Senior global digital solutions. Ha inoltre una lunga esperienza nel campo del volontariato sociale.

Massimo Pellegrini

Diplomato nel 1972 presso l’Istituto Tecnico “Pier della Francesca” di Arezzo. Dal 1973 al 1977 ha lavorato in ACAM , Consorzio per gli acquisti collettivi del Movimento Cooperativo Legacoop nazionale. Dal 1978 al 2016 ha lavorato presso IVV, Industria Vetraria Valdarnese, ricoprendo gli incarichi di Resp. Acquisti (1978-1988), Resp. Produzione e sviluppo tecnologico (1988-2006), Presidente del CDA (2006-2016). Ha ricoperto ininterrottamente la carica di Consigliere di Amministrazione dal 1978 al 2006.

Dal 2016 al 2019 Responsabile territoriale Legacoop per la provincia di Arezzo. Dal 2019 ad oggi Presidente Associazione Pro Loco di San Giovanni Valdarno. Dal 1995 al 1997 Consigliere di Amministrazione della “Stazione sperimentale del vetro” a Murano. Dal 2000 al 2006 Consigliere comunale di maggioranza. Infine dal 2000 al 2006 Presidente della “Scuola del Vetro” centro di formazione a San Giovanni Valdarno.

Presentazione della giunta 2024-2029

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2024/07/WhatsApp-Image-2024-07-01-at-12.34.18-1024x768.jpeghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2024/07/WhatsApp-Image-2024-07-01-at-12.34.18-150x150.jpegUfficioNovitàDopo il consiglio comunale di venerdì 28 giugno in cui è stata presentata la nuova giunta comunale, il sindaco di San Giovanni Valentina Vadi ha approfondito, insieme ai suoi assessori, linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare nel corso del mandato Prima settimana di lavoro per i...sito ufficiale

Articoli simili

Bethlehem green city, ultima missione in Italia

Bethlehem green city, ultima missione in Italia

Playground Palagalli, venerdì l’inaugurazione dei campi da basket ristrutturati

Playground Palagalli, venerdì l’inaugurazione dei campi da basket ristrutturati

Federica Frezza e Martina Peloponesi arrivano a San Giovanni per presentare il loro libro “Spinascura”

Federica Frezza e Martina Peloponesi arrivano a San Giovanni per presentare il loro libro “Spinascura”