Covid-19, nuovo Dpcm: chiusura alle 24 per bar e ristoranti e stop a rischio assembramenti

Nel Dpcm firmato ieri dal Presidente del Consiglio dei Ministri sono previste, tra le altre cose, la chiusura alle 21 di strade e piazze in cui vi sia il rischio assembramento, bar, ristoranti e gelaterie chiuse alle 24 e presenza ai tavoli di massimo 6 persone , ingresso scaglionato nelle scuole, stop a congressi e convegni.

Bar e ristoranti: i locali che effettuano servizio al tavolo resteranno aperti fino alle 24, l’apertura non può avvenire prima delle 5 del mattino. Il cibo da asporto potrà essere acquistato fino alle 24 mentre non ci sono vincoli di orario per le consegne a domicilio.

Scuola: rimodulazione degli ingressi e delle uscite delle scuole, prevedendo una più ampia fascia oraria, anche attraverso l’utilizzo dei turni pomeridiani e disponendo, in ogni caso, non prima delle 9 per le superiori e i licei.

Divieto di assembramenti: può essere disposta la chiusura, dopo le ore 21, di strade e piazze in cui vi sia il rischio assembramento, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.

Stop a congressi e convegni: Sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali, ad eccezione di quelle che si svolgono con modalità a distanza; tutte le cerimonie pubbliche si svolgono nel rispetto dei protocolli e linee guida vigenti e a condizione che sia assicurate specifiche misure idonee a limitare la presenza del pubblico, ad accezione di quelle di rilevanza nazionale, si svolgono senza la presenza di pubblico- si legge nella bozza del nuovo Dpcm.

Divieto di sagre: sono vietate le sagre e le fiere di comunità. Restano consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale ed i congressi, previa adozione di protocolli validati dal Comitato tecnico-scientifico, e secondo misure organizzative adeguate alle dimensioni ed alle caratteristiche dei luoghi e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro.

Ristoranti: è fatto obbligo per gli esercenti di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale medesimo, sulla base dei protocolli e delle linee guida vigenti». Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo le autostrade. «Le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5,00 sino alle ore 24,00 con consumo al tavolo e sino alle ore 18.00 in assenza di consumo al tavolo».

Sport: l’attività  sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto sono consentite solo in forma individuale e non sono consentite gare e competizioni. Sono altresì sospese tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto aventi carattere ludico-amatoriale.

Palestre e piscine: Il governo ha deciso di dare una settimana di tempo a palestre e piscine  – per adeguarsi ai protocolli di sicurezza. Altrimenti si chiude: “L’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte presso palestre, piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati, ovvero presso altre strutture ove si svolgono attività dirette al benessere dell’individuo attraverso l’esercizio fisico, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, in conformità con le linee guida emanate dall’Ufficio per lo sport, sentita la Federazione medico sportiva italiana (FMSI), fatti salvi gli ulteriori indirizzi operativi emanati dalle Regioni e dalle Province autonome”.

Parrucchieri e centri estetici: I negozi di parrucchieri e i centri estetici resteranno fuori dalle misure che porteranno restrizioni per gli esercizi commerciali.

Trasporto pubblico locale: confermata la capienza del trasporto pubblico locale all’80 per cento. Per potenziare i trasporti saranno utilizzati bus turistici.

Il testo del Dpcm

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2020/10/unnamed-2.jpghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2020/10/unnamed-2-150x150.jpgUfficio StampaNovitàspcm covidNel Dpcm firmato ieri dal Presidente del Consiglio dei Ministri sono previste, tra le altre cose, la chiusura alle 21 di strade e piazze in cui vi sia il rischio assembramento, bar, ristoranti e gelaterie chiuse alle 24 e presenza ai tavoli di massimo 6 persone , ingresso scaglionato...sito ufficiale
Translate »