L’ordinanza n.93 del 15 ottobre della Regione Toscana individua tutte le misure necessarie da adottare nelle residenze sanitarie per anziani e per disabili (rsa e rsd) o in altra struttura socio-sanitaria.

Le nuove regole di prevenzione sono volte a  prevenire possibili trasmissioni di infezione e il contenimento del virus, e saranno valide da lunedì 19 ottobre fino a tutto il periodo di emergenza epidemiologica da Covid 19, prorogato dal Governo al 31 gennaio 2021.

Le nuove disposizioni regionali definiscono, tra le altre cose:

Le modalità di accesso alle strutture socio sanitarie: non sarà consentito l’accesso ai familiari degli ospiti delle residenze, salvo situazioni particolari la cui valutazione è rimessa alle direzioni delle strutture; saranno sospesi anche i rientri in famiglia fino al termine dello stato di emergenza sanitari.

Gli strumenti necessari per garantire la comunicazione tra ospiti e familiari: la comunicazione avverrà tramite videochiamata o messagistica con gli operatori o tramite telefono con gli ospiti.

I nuovi ingressi dal domicilio e dall’ospedale come i rientri in rsa da ospedalizzazioni temporanee e pre-isolamento.

La campagna vaccinale e screening Covid: tamponi rapidi, test sierologici, tamponi molecolari per personale e ospiti, quando e da chi devono essere somministrati.

Il ruolo dei medici di famiglia e degli usca nei confronti dei pazienti Covid e il ruolo dei team specialistici multiprofessionali a livello zonale-ospedaliero.

Leggi l’ordinanza n.93 della Regione Toscana

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2020/10/images.jpeghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2020/10/images-150x150.jpegUfficio StampaAvvisicovid rsaL’ordinanza n.93 del 15 ottobre della Regione Toscana individua tutte le misure necessarie da adottare nelle residenze sanitarie per anziani e per disabili (rsa e rsd) o in altra struttura socio-sanitaria. Le nuove regole di prevenzione sono volte a  prevenire possibili trasmissioni di infezione e il contenimento del virus, e saranno...sito ufficiale