Covid-19, da domani (domenica 15 novembre) la Toscana è zona rossa. Cosa cambia per gli spostamenti e le attività commerciali

Da domani la Toscana è zona rossa. Il Ministro della Salute ha firmato ieri l’ordinanza  che istituisce dal 15 novembre e per un periodo di giorni giorni anche per la Toscana le prescrizioni previste dal Dpcm del 3 novembre sulle regioni all’interno dell’area rossa.

E’ vietato ogni spostamento, sia nello stesso comune che verso i comuni limitrofi, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.

Sono comunque consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti è consentita. È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità  – individuate nell’allegato 23 del Dpcm – sia negli esercizi di vicinato sia nelle medie e grandi strutture di vendita, compresi nei centri commerciali.

Sono sospesi tutti i servizi alla persona eccetto lavanderie, tintorie, parrucchieri e barbieri

Sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari. Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie.

Le attività di ristorazione  ristorazione – bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie  – sono consentite solo ed esclusivamente in modalità di asporto fino alle ore 22.00 – con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze. La consegna a domicilio è sempre consentita.

Sono sospese tutte le attività svolte nei centri sportivi all’aperto; sono altresì sospesi tutti gli eventi e le competizioni organizzati dagli enti di promozione sportiva;

E’ consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie;

Lo svolgimento di attività sportiva è consentito esclusivamente all’aperto e in forma individuale.

Svolgimento un presenza delle attività didattiche della sola scuola dell’infanzia, primaria e delle prima media. Le altre attività della scuola primaria  dalla seconda media si svolgono a distanza al 100 per cento.

Sospesa la frequenza delle attività formative e curriculari delle Università e delle Istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica, fermo in ogni caso il proseguimento di tali attività a distanza.

I corsi per i medici in formazione specialistica, i corsi di formazione specifica in medicina generale, nonché le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie e le altre attività, didattiche o curriculari, eventualmente individuate dalle Università, sentito il Comitato Universitario Regionale di riferimento, possono proseguire, laddove necessario, anche in modalità in presenza

 I datori di lavoro pubblici limitano la presenza del personale nei luoghi di lavoro per assicurare esclusivamente le attività che ritengono indifferibili e che richiedono necessariamente tale presenza, anche in ragione della gestione dell’emergenza; il personale non in presenza presta la propria attività lavorativa in modalità agile.

 

 Commercio al dettaglio

Ecco le attività commerciali che restano aperte (l’elenco è contenuto nell’allegato 23 del Dpcm):

  • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari)
  • Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
  • Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
  • Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici Ateco: 47.2), inclusi gli esercizi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi da inalazione
  • Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice Ateco: 47.4)
  • Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle) in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
  • Commercio al dettaglio di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio
  • Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
  • Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio
  • Commercio al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati
  • Commercio al dettaglio di biancheria personale
  • Commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati
  • Commercio di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori
  • Commercio al dettaglio di giochi e giocattoli in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)
  • Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di cosmetici, di articoli di profumeria e di erboristeria in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti
  • Commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati
  • Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
  • Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
  • Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
  • Commercio al dettaglio di articoli funerari e cimiteriali
  • Commercio al dettaglio ambulante di: prodotti alimentari e bevande; ortofrutticoli; ittici; carne; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti; biancheria; confezioni e calzature per bambini e neonati
  • Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono
  • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici.

Servizi alla persona

  • Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
  • Attività delle lavanderie industriali
  • Altre lavanderie, tintorie
  • Servizi di pompe funebri e attività connesse
  • Servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere.

Leggi il Dpcm del 3 novembre.

Le slide di Anci Toscana con la sintesi dei provvedimenti per la zona rossa.

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2020/10/unnamed-2-1.jpghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2020/10/unnamed-2-1-150x150.jpgUfficio StampaNovità#Covid-19Da domani la Toscana è zona rossa. Il Ministro della Salute ha firmato ieri l’ordinanza  che istituisce dal 15 novembre e per un periodo di giorni giorni anche per la Toscana le prescrizioni previste dal Dpcm del 3 novembre sulle regioni all’interno dell’area rossa. E’ vietato ogni spostamento, sia nello...sito ufficiale

Articoli simili

La Toscana resta zona gialla

La Toscana resta zona gialla

Volontari in servizio per impedire gli assembramenti fra studenti davanti alle scuole superiori

Volontari in servizio per impedire gli assembramenti fra studenti davanti alle scuole superiori

IVO EMERGENCY, il Comune di San Giovanni Valdarno attiva il primo assistente virtuale che fornisce risposte alle domande sull’emergenza #Covid-19

IVO EMERGENCY, il Comune di San Giovanni Valdarno attiva il primo assistente virtuale che fornisce risposte alle domande sull’emergenza #Covid-19

Translate »