Botti vietati fino al 2 gennaio a San Giovanni Valdarno

Il sindaco Valentina Vadi ha firmato l’ordinanza che entrerà in vigore già da oggi, giovedì 30 dicembre. Il fine è quello di garantire l’incolumità delle persone, ridurre i rumori molesti in ambito urbano, rispettare l’ambiente e tutelare la sensibilità degli animali.
Il mercato, questa settimana, è anticipato a venerdì 31 dicembre

Capodanno senza fuochi d’artificio, sparo di petardi, scoppio di mortaretti, razzi ed altri artifici pirotecnici su tutto il territorio comunale di San Giovanni Valdarno. E’ stata firmata questa mattina dal sindaco Valentina Vadi l’ordinanza che entrerà in vigore da oggi, giovedì 30 dicembre e resterà valida fino all’intera giornata del 2 gennaio 2022.

Durante la notte di San Silvestro è consuetudine infatti festeggiare ricorrendo a botti e fuochi d’artificio. Ma ogni anno, per effetto delle esplosioni del materiale pirotecnico, si registrano incidenti, ferite alle persone e si riscontrano danni al patrimonio pubblico e privato. Tale usanza costituisce una fonte di inquinamento ambientale in ragione dell’emissione di sostanze nocive prodotte dalle esplosioni e il materiale residuale di fuochi e petardi si disperde nell’ambiente deturpando il decoro urbano e pregiudicando l’igiene pubblica delle strade e delle aree comuni.

Un serie di conseguenze negative per la sicurezza, per la quiete pubblica e l’incolumità delle persone e degli animali.

Oltre alla necessità di limitare il più possibile rumori molesti nell’ambito urbano, in tutto il territorio comunale ed in particolare in prossimità dei luoghi residenziali, l’ordinanza è anche un segnale di vicinanza e tutela degli animali domestici e non particolarmente sensibili all’impatto dei botti e fuochi d’artificio, che spesso costituisce un vero e proprio trauma.

I comuni, in base alla vigente normativa, non hanno la possibilità di vietare la vendita sul proprio territorio degli artifici pirotecnici quando si tratti di prodotti dei quali è consentita la commercializzazione al pubblico. Ma è anche vero che la legge proibisce, senza licenza dell’autorità locale di pubblica sicurezza, di lanciare razzi, accendere fuochi d’artificio in luogo abitato o nelle sue adiacenze o lungo una via pubblica o in direzione di essa.

Con decorrenza quindi dalle 12 di giovedì 30 dicembre e fino alle 0:00 del 3 gennaio 2022 l’ordinanza vieta, su tutte le aree pubbliche ed aperte al pubblico del territorio comunale, di accendere, lanciare e sparare fuochi d’artificio, mortaretti, petardi, bombette e oggetti similari.

La violazione comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa da 25 a 500 euro oltre al sequestro del materiale pirotecnico utilizzato.

allegato1640857862

Variazione della data di svolgimento del mercato settimanale

Con una delibera di giunta è stato approvato lo svolgimento del mercato settimanale venerdì 31 dicembre 2021. Il sabato infatti, giorno in cui abitualmente viene svolta l’attività, cade durante la festività del primo gennaio.

Il regolamento per l’esercizio del commercio su area pubblica, approvato con delibera del Consiglio comunale del 30 novembre 2021 prevede che “nel caso in cui la data di svolgimento del mercato vada in un giorno festivo, lo stesso si svolgerà nella medesima giornata ad eccezione delle giornate del 15 agosto, 25, 26 dicembre e 1⁰ gennaio. Su istanza degli operatori o delle Associazioni di categoria, con apposito atto, potrà essere previsto lo svolgimento del mercato nel giorno antecedente, successivo o in altra data da concordare con le associazioni di categoria”.

E i rappresentanti degli operatori su area pubblica, durante la riunione del 17 dicembre , hanno espresso la volontà di anticipare il mercato del primo gennaio al giorno precedente.

 

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2021/12/divietofuohi1.jpghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2021/12/divietofuohi1-150x150.jpgUfficio StampaAvvisiNovitàbotti vietati,ordinanza mercatoIl sindaco Valentina Vadi ha firmato l’ordinanza che entrerà in vigore già da oggi, giovedì 30 dicembre. Il fine è quello di garantire l’incolumità delle persone, ridurre i rumori molesti in ambito urbano, rispettare l’ambiente e tutelare la sensibilità degli animali. Il mercato, questa settimana, è anticipato a venerdì 31...sito ufficiale
Translate »