Il comune di San Giovanni Valdarno per il secondo anno consecutivo all’interno del progetto Terre degli Uffizi 2023

Per il secondo anno consecutivo il Comune di Sa Giovanni Valdarno è all’interno del progetto Terre degli Uffizi per la valorizzazione del patrimonio artistico della Toscana, promosso da Gallerie degli Uffizi e Fondazione CR Firenze, all’interno dei rispettivi programmi Uffizi Diffusi e Piccoli Grandi Musei

Nel 2022 +37% visitatori nei luoghi espositivi di Terre rispetto agli stessi periodi dell’anno precedenti l’avvio del programma, per un totale di 61.042 presenze nelle otto mostre.

Quattro conferme e due nuovi territori coinvolti, tra i quali Grosseto, prima assoluta nella Maremma. Sono sei le mostre che si terranno, nel corso del 2023, all’interno della terza edizione di Terre degli Uffizi, pro-getto per la valorizzazione del patrimonio artistico della Toscana promosso da Gallerie degli Uffizi e Fonda-zione CR Firenze, all’interno dei rispettivi programmi Uffizi Diffusi e Piccoli Grandi Musei. Un nuovo piano espositivo che promuove il legame del territorio con le sue ricchezze artistiche. È stato presentato questa mattina da Luigi Salvadori, Presidente della Fondazione CR Firenze, da Eike Schmidt, direttore delle Gallerie degli Uffizi e dai rappresentanti dei rappresentanti dei territori coinvolti.

Le mostre si terranno a Montelupo, Montespertoli, Scarperia e San Piero, Anghiari, Grosseto e San Giovanni Valdarno.

Terre degli Uffizi continua a centrare il suo obiettivo: dislocare da Firenze i flussi turistici e incrementare i visitatori di vicinanza, grazie al coinvolgimento con i musei periferici già presenti nel territorio e con i Co-muni. I dati confermano, infatti, un aumento medio dei visitatori del 37% rispetto agli stessi periodi dell’anno precedenti l’avvio del progetto (nel primo anno di esposizioni la percentuale era +18%), con un totale di visitatori di 61.042 nelle otto mostre e 216 mila euro di incassi per i musei che erano a paga-mento. I questionari (oltre tremila analizzati) sottoposti ai visitatori raccontano che il 79% visitava il museo per la prima volta e il 47% dichiara di averlo visitato appositamente per la mostra.

 

Il programma espositivo del 2023 parte con la mostra “La ceramica di Montelupo e gli Uffizi: una “galleria” di confronti”, che si terrà dal 1 aprile al 1 ottobre al Museo della Ceramica di Montelupo. Segue la mostra di Montespertoli, al Museo Diocesano d’Arte Sacra di San Pietro in Mercato, dal 22 aprile al 29 ottobre, che è la terza esposizione all’interno di Terre degli Uffizi e che quest’anno è dedicata a Filippo Lippi e intitolata “Filippo Lippi in Valdelsa”. Altra conferma del progetto è il Comune di Scarperia e San Piero, in particolare il Palazzo dei Vicari – Museo dei Terri Taglianti, che dal 12 maggio al 5 novembre ospiterà “I Medici, gente del Mugello. Ritratti di famiglia dalle Gallerie degli Uffizi”. Per Anghiari sarà il terzo ritorno dopo la partecipazione all’edizione del 2021 e del 2022. Dal 27 maggio al 17 settembre, sempre al Museo della Battaglia e di Anghiari, si terrà “Intellettuali in battaglia. Fama e oblio di due letterati dalla Battaglia di Anghiari all’assedio di Famagosta”. Terre degli Uffizi sbarca per la prima volta nel grossetano, proprio a Grosseto, con “I favolosi anni ’60’ in Maremma. Nel segno di Ico Parisi”, al Polo culturale della Clarisse, dal 17 giugno al 3 settembre. Infine, San Giovanni Valdarno ospita una mostra di lungo respiro dedicata a Giovanni da San Giovanni, che si terrà al Museo delle Terre Nuove dal 30 settembre al 6 gennaio 2025, intitolata “«Bizzarro e capriccioso umore». Giovanni da San Giovanni, pittore senza regola alla corte medicea”.

Il presidente di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori: “Siamo molto soddisfatti di questo progetto che dimostra, nei fatti, la sua validità. Le mostre hanno contribuito ad aumentate sensibilmente la conoscenza e l’affluenza ai luoghi in cui sono state allestite e gran parte del pubblico le ha visitate perché richiamati dal valore della proposta culturale. Abbiamo dunque pienamente raggiunto i principali obbiettivi di questa operazione che, fin dalla sua origine, aveva lo scopo di decongestionare i grandi flussi turistici e far scoprire mete e luoghi meno conosciuti ma non per questo meno ricchi di bellezza e di arte. Intendiamo sostenere quel modello di ‘turismo esperienziale’ che sta crescendo notevolmente in questo anno di post-pandemia e che, secondo i più qualificati osservatori del settore, è destinato ad aumentare del 57% entro il 2030’’.

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2023/03/Conferenza-Stama-uffizi2-1024x682.jpghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2023/03/Conferenza-Stama-uffizi2-150x150.jpgCultura SgvEventiPer il secondo anno consecutivo il Comune di Sa Giovanni Valdarno è all’interno del progetto Terre degli Uffizi per la valorizzazione del patrimonio artistico della Toscana, promosso da Gallerie degli Uffizi e Fondazione CR Firenze, all’interno dei rispettivi programmi Uffizi Diffusi e Piccoli Grandi Musei Nel 2022 +37% visitatori nei...sito ufficiale

Articoli simili

Tra letteratura e rap. Al Masaccio il talk di Murubutu

Tra letteratura e rap. Al Masaccio il talk di Murubutu

Giusi Di Meo presenta “Le storie che ami inventare”

Giusi Di Meo presenta “Le storie che ami inventare”

“DurANTE – Una Parodia Infernale”, per  celebrare il Dantedì 2023 a San Giovanni

“DurANTE – Una Parodia Infernale”, per  celebrare il Dantedì 2023 a San Giovanni