Covid-19, Dpcm istituisce chiusure differenziate: la Toscana è zona gialla

Il Dpcm del 3 novembre istituisce chiusure differenziate a seconda della fascia di rischio contagio alla quale appartiene una regione. La Toscana è zona gialla. Le misure entreranno in vigore venerdì 6 novembre e saranno valide fino al 3 dicembre.

Resta obbligatorio indossare sempre la mascherina nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui, per caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi.

Dalle 22.00 alle 5.00 del giorno successivo sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità ovvero per motivi di salute.

L’accesso al pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici è condizionato al rigoroso divieto di assembramento e obbligo di mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

E’ consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate o parchi pubblici, purché nel rispetto delle distanze di sicurezza interpersonale di almeno due metri

Sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali. Sospese anche l’attività sportiva dilettantistica di base.

Lo svolgimento di manifestazioni pubbliche sono consentite solo in forma statica

Sono sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differente.

Sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto

Sospesi i servizi di apertura al pubblico di musei, e di altri istituti e luoghi della cultura.

Le scuole secondarie di secondo grado adottano la didattica digitale integrata al cento per cento.

Chiusura nelle giornate festive e prefestive di medie e grandi strutture di vendita, ad eccezione delle farmacie, dei punti vendita di generi.

Sospeso lo svolgimento dei concorsi, tranne quelli che si svolgono per via telematica e su base curriculare.

Le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato.

Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati; ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole.

Bar e ristoranti dovranno chiudere alle 18, ma avranno la possibilità di restare aperti per il pranzo della domenica.

 

 

 

https://www.comunesgv.it/content/uploads/2020/03/Presidenza_consiglio_ministri.pnghttps://www.comunesgv.it/content/uploads/2020/03/Presidenza_consiglio_ministri-150x150.pngUfficio StampaNovitàIl Dpcm del 3 novembre istituisce chiusure differenziate a seconda della fascia di rischio contagio alla quale appartiene una regione. La Toscana è zona gialla. Le misure entreranno in vigore venerdì 6 novembre e saranno valide fino al 3 dicembre. Resta obbligatorio indossare sempre la mascherina nei luoghi al chiuso...sito ufficiale

Articoli simili

Altre quattro colonnine per la raccolta dell’olio alimentare esausto a San Giovanni Valdarno

Altre quattro colonnine per la raccolta dell’olio alimentare esausto a San Giovanni Valdarno

E’ Natale a San Giovanni Valdarno

E’ Natale a San Giovanni Valdarno

Presentazione del film documentario -“Mehr Licht!”- (più luce!) di Giulia Lenzi

Presentazione del film documentario -“Mehr Licht!”- (più luce!) di Giulia Lenzi

Translate »